Tennis, Wesley Koolhof: “US Open a nostro rischio e pericolo”. E svela un estratto del duro atto di rinuncia

Precauzioni, diritti e doveri. Non si scherza su nulla. “Forse dovrei iniziare a leggere più deroghe d’ora in poi..“, prova comunque a metterla sul piano della simpatia, attraverso un tweet appena pubblicato, il tennista olandese Wesley Koolhof, numero 17 della classifica in doppio, che svela tramite i social appunto l’estratto di un atto di rinuncia che lo US Open vorrebbe far firmare ai giocatori secondo cui non è prevista ”nessuna responsabilità e nessuna causa in caso di malattia grave o morte, anche se causati da negligenza degli organizzatori“.

Sul suo profilo twitter Koolhof pubblica due pagine di un documento, in linguaggio giuridico un Waiver, ovvero un atto di rinuncia. L’organizzazione, secondo quanto emerge dal testo della dichiarazione condivisa dall’olandese, chiede ai giocatori di dichiarare di essere consapevoli dei rischi connessi alla partecipazione del torneo durante la pandemia.


I potenziali pericoli comprendono “problemi respiratori, morte, trasmissione del Covid-19 a familiari e altre persone“. I partecipanti al torneo Us Open devono anche dichiarare che obbediranno ai protocolli pur sapendo che tali norme non eliminano i rischi di contagio anche con il distanziamento sociale. Entrare a Flushing Meadows, nelle auto della transportation e negli hotel individuati dal torneo può costituire “un pericolo per la mia salute e per le persone con cui potrei entrare in contatto“.

Arriveranno altre rinunce?

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

gianmario.bonzi@gmail.com

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Ivan Garcia Cortina firma un triennale con la Movistar

F1, l’ala posteriore della Mercedes si flette in curva! Hamilton e Bottas più veloci di 2 km/h in percorrenza