MotoGP, Valentino Rossi: “Bene sul passo gara, sono veloce. Devo migliorare sul giro secco”

Valentino Rossi non è riuscito a brillare particolarmente durante le prove libere del GP di Repubblica Ceca 2020, terza tappa del Mondiale MotoGP che va in scena a Brno. Su uno dei circuiti più amati, dove conquistò la sua prima storica vittoria ben 24 anni fa, il Dottore ha un po’ stentato in sella alla sua Yamaha ufficiale: ottavo posto nella FP1 del mattino, nel pomeriggio qualche criticità in più e una dodicesima posizione conclusiva che non può essere soddisfacente. Il nove volte Campione del Mondo dovrà trovare la giusta messa a punto nella mattinata di domani, per poi poter dire la sua in qualifica e in gara. L’obiettivo è quello di salire sul podio per la 200ma volta in carriera dopo il buon terzo posto di due settimane fa a Jerez de la Frontera.

Valentino Rossi è parso a suo agio con le medie, mentre fatica un po’ di più con le soft. Il centauro di Tavullia, che nell’ultima gara ha rivoluzionato totalmente l’assetto della sua moto, vede il bicchiere mezzo pieno e analizza così il suo venerdì ai microfoni di Sky Sport MotoGP: “Non ho guidato bene sul giro secco e infatti sono fuori dai dieci: questo è un problema, domani mattina sarà fondamentale rientrare in top ten per accedere direttamente al Q2. Per quanto riguarda il passo non sono messo male, c’è da lavorare in alcuni punti dove non mi sento bene ma sono abbastanza veloce“.


Il Dottore ha poi parlato a it.motorsport.com: “Siamo andati a luglio a Jerez, dove c’erano 60 gradi d’asfalto, quindi quello non ha aiutato perché non era il momento migliore per andare in Andalusia, ma era una situazione d’emergenza. A Brno invece ci sono tante buche, poi l’asfalto ha poco grip, quindi penso che qui sia quello il problema: quando guidi, spesso è difficile controllare la moto. Quindi penso che a Jerez sia stato il caldo e qui le condizioni dell’asfalto che non sono fantastiche“.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOGP

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Un vero peccato, ma sono cose che capitano. Domani mi opero in Italia”

VIDEO MotoGP, Miguel Oliveira: “Ha funzionato subito tutto”