Milano-Torino 2020: il percorso ai raggi X. Spazio alle ruote veloci sul traguardo di Stupinigi



Nella giornata di domani, mercoledì 5 agosto, andrà in scena la 101ma edizione della Milano-Torino; la classica più antica, disputata per la prima volta nel 1876, e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte. Da Mesero a Stupinigi, questo appuntamento sarà l’ultimo test in previsione della Milano-Sanremo di sabato 8 agosto. Presenta un percorso pianeggiante di 198 km che sorride ai velocisti.

Partenza da Mesero, in provincia di Milano, per questa Milano-Torino 2020 che attraverserà in sequenza la Pianura Padana con le città di Magenta, Abbiategrasso e Vigevano, prima di salutare la Lombardia e arrivare in Piemonte passando il fiume Po. Il percorso è sostanzialmente pianeggiante, fatta eccezione per la zona successiva del Monferrato, dove si affronterà una breve serie di strappetti. Nei pressi di Valenza si percorreranno le colline ondulate del Monferrato, che si concludono con l’attraversamento di Asti.

Loading...
Loading...

Gli ultimi 70 chilometri sono praticamente pianeggianti fino all’arrivo di Stupinigi. Concentrandoci sui 5000 metri conclusivi, anche questi sono prevalentemente pianeggianti o comunque in leggera salita su strade cittadine di media larghezza con la presenza di rotatorie in serie. L’ultima curva si trova a 400 metri dall’arrivo. Da qui in poi si potrà dare il via ad una lunga e pressoché scontata volata sino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Qui, nel 2018, Sonny Colbrelli si impose vincendo il Gran Piemonte.


MILANO-TORINO 2020: ALTIMETRIA E PLANIMETRIA

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Comunicato Stampa RCS

Loading...

Lascia un commento

scroll to top