Seguici su

Formula 1

F1, Charles Leclerc: “Va abbastanza bene, stiamo cercando di capire le gomme medie”

Pubblicato

il

Giornata di intenso lavoro per Charles Leclerc, il quale ha realizzato il quinto tempo nella FP1 e il settimo nella FP2. Il ventiduenne della Ferrari è apparso una volta di più la punta di diamante della Scuderia di Maranello, poiché Sebastian Vettel gli è rimasto costantemente a quattro/cinque decimi. Dopo aver ottenuto un podio settimana scorsa, la speranza è quella di ribadire un piazzamento quantomeno a ridosso delle prime tre posizioni. Tuttavia non sarà certo facile, anche perché la Racing Point appare cresciuta di rendimento. Andiamo sentire cosa ha dichiarato il monegasco dopo la giornata odierna.

Ai microfoni di Sky Sport F1, Leclerc ha ammesso che la situazione non è certo ideale e che in questo momento la Ferrari non è competitiva come settimana scorsa: “Complessivamente la giornata è andata abbastanza bene, anche se devo essere sincero e bisogna ammettere che questi turni di prove libere sono stati più difficili rispetto a quelli di venerdì scorso. In particolare stiamo lavorando molto sodo per capire queste gomme”.

Il monegasco ha poi spiegato qual è il nodo del contendere relativo agli pneumatici. In particolare lo “scatto di mescola” non sembra aver giovato alla Ferrari: “Il problema principale è che c’è una grande differenza di aderenza tra le medie e le soft, cosa che invece non si verifica tra le altre due mescole Quindi dobbiamo capire perché siamo così lenti con le medie”

[sc name=”banner-app-2020″]

Dunque, stando alle parole del ventiduenne del Principato, il problema principale della Ferrari è rappresentato dalle gomme gialle, ovvero dalla mescola C3, già presente lo scorso fine settimana, quando però era colorata di rosso, essendo la più morbida a disposizione. Fatto curioso, per non dire inquietante, visto che in qualifica questi pneumatici avevano permesso a Charles di stampare il quarto tempo, a un solo decimo dalla Red Bull di Verstappen. Infatti il pensiero va proprio alle qualifiche: “Penso che tante vetture cercheranno il tempo in Q2 con le medie e noi abbiamo bisogno di essere competitivi proprio con queste gomme per avere una chance. Dunque, è questo l’ambito su cui dobbiamo lavorare di più”.  Viene però da chiedersi come sia possibile che, con la stessa mescola, il rendimento della Ferrari sia peggiorato nel giro di una settimana…

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI FORMULA 1

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: La Presse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *