Show Player

Ciclismo, Vincenzo Nibali: “Bello riprendere con la Strade Bianche. La bolla è necessaria”



Dopo una lunga attesa, finalmente si torna a fare sul serio. Il ciclismo internazionale riprende e lo fa in Italia con la Strade Bianche 2020, primo atto di un calendario World Tour molto molto serrato. I ciclisti, infatti, non avranno tregua e la gestione degli sforzi sarà fondamentale per riuscire a centrare i propri obiettivi.

In casa italiana, le attenzioni sono su Vincenzo Nibali. Il siciliano, prossimo alle 36 primavere, ha dovuto riprogrammare tutto, visto anche il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo (posticipate nel 2021). Pertanto i target dello Squalo saranno i seguenti: i Mondiali (ospitati dalla Svizzera in quel di Aigle Martingy) e il Giro d’Italia. Un calendario tutto nel Bel Paese per il siciliano che vuole limitare al minimo gli spostamenti per potersi concentrare al meglio sulle corse da lui scelte.

Loading...
Loading...

Parlando della Strade Bianche la prova in Toscana potrebbe essergli favorevole, ma indubbiamente per lui sarà un test probante per verificare il colpo di pedale. Certo, dovesse esserci l’occasione giusta, si potrebbe anche tentare qualcosa di buono. Le condizioni climatiche sono molto difficili, come confermato da lui stesso poco prima del via nell’intervista a La Gazzetta dello Sport: “Siamo rientrati, oggi una gara molto impegnativa, con delle temperature davvero alte. Vediamo come affrontare al meglio questa bellissima corsa. L’importante è riprendere, noi lo faremo con il miglior modo. Siamo in una situazione particolare, perché siamo chiusi in una bolla, che date le circostanze è necessaria“.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trek

Loading...

Lascia un commento

scroll to top