Show Player

MotoGP, Valentino Rossi: tutti i numeri da record. L’obiettivo dei 200 podi nella classe regina è a un passo!



Valentino Rossi è stato uno dei grandi protagonisti del Gran Premio di Andalucia, dove lottando con le unghie e con i denti è riuscito a conquistare il terzo posto, ritornando così sul podio dopo un digiuno che durava dall’aprile del 2019. Chiaramente, il risultato odierno ha permesso al Dottore di ritoccare ulteriormente il suo già immenso palmares.

Infatti quello odierno è il 199° podio della sua carriera nella classe regina. Ovviamente, si tratta di record assoluto e pone il quarantunenne di Tavullia nella posizione di diventare il primo pilota di tutti i tempi a raggiungere la quota di 200 piazzamenti nella top-three tra 500cc e MotoGP. Non solo, questo terzo posto gli consente di allungare la sua striscia di stagioni consecutive con almeno una gara conclusa nelle prime tre posizioni. Valentino non ha mai mancato l’appuntamento con il podio da quando corre nella top class, ovvero dal 2000. Questo significa che siamo arrivati a 21 annate consecutive con almeno una top-three!

Loading...
Loading...

In tema di longevità, c’è anche di meglio. Il primo podio della carriera di Rossi nella 500cc è stato conquistato proprio a Jerez de la Frontera, il 30 aprile del 2000. Questo significa che da quel momento sono passati 20 anni e 87 giorni! Non esiste centauro nella storia del motomondiale che possa vantare un analogo intervallo temporale in tema di piazzamenti nelle prime tre posizioni. Aggiungiamo un altro fatto. Oggi Rossi ha eguagliato Randy Mamola, ottenendo almeno una top-three nella classe regina in tre diversi decenni. Lo statunitense ha infatti raccolto podi negli anni ’70, negli ’80 e nei ’90, mentre il Dottore c’è riuscito nelle prime tre decadi del XXI secolo.

Chiaramente, i numeri sono ancora più impressionanti se si allarga il discorso a tutte le classi. I podi diventano 235, le annate consecutive con almeno un piazzamento nelle prime tre posizioni salgono a 25, l’intervallo temporale tra primo e ultima top-three cresce a 23 anni e 356 giorni e i decenni con almeno un podio sono 4 (perché dobbiamo aggiungere anche gli anni ’90 del XX secolo).


Insomma, numeri che testimoniano un’incredibile longevità agonistica, senza alcun precedente nella storia del motociclismo. Il dato interessante è che tutti questi record possono essere ulteriormente ritoccati, perché il “Dorian Gray della MotoGP” è ancora affamato e questa Yamaha è una moto su cui si può fare affidamento per ottenere risultati di peso. Per capire la grandezza di Rossi, si pensi a un semplice fatto. Fabio Quartararo è nato il 20 aprile 1999, questo significa che oggi ha 21 anni e 97 giorni. Confrontate questa età con la longevità agonistica del Dottore…

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

Loading...

Lascia un commento

scroll to top