Show Player

MotoGP, un GP di Andalucia ad eliminazione! Solo 13 piloti all’arrivo, fioccano i ritiri tra cadute e affidabilità



Il GP d’Andalucia, secondo round della MotoGP, si è rivelato un vero e proprio evento ad eliminazione. Lo spettacolo non è mancato sul tracciato di Jerez de la Frontera in una manifestazione vinta dal francese Fabio Quartararo (Yamaha).

Spenti i motori, sono tanti i nomi che non hanno terminato la corsa. Le scivolate ed i cedimenti meccanici hanno condizionato la prima edizione del GP andaluso. Solo 13 dei 21 centauri presenti sulla griglia di partenza del hanno raggiunto senza rotture la bandiera a scacchi.

Loading...
Loading...

Oltre ad alcune cadute, fortunatamente senza conseguenze, la gara odierna ha visto molti piloti soffrire a causa di noie meccaniche. I motori Yamaha, in difficoltà anche nello scorso week-end, hanno confermato la loro fragilità. Durante l’evento odierno, Franco Morbidelli, in pista con una delle due moto private di Yamaha, ha dovuto alzare bandiera bianca quando si trovava al quarto posto. Tra i piloti di vertice, anche Francesco Bagnaia (Ducati Pramac) ha finito anticipatamente la prova a causa di un problema al propulsore. Il torinese ha lasciato la moto a bordo pista quando si trovava in seconda posizione. Una delusione enorme per i nostri connazionali che, senza questi cedimenti, erano pronti a festeggiare un risultato di spicco.


L’inizio campionato mette in evidenza tutte le fragilità delle moto. Una problematica seria per alcune case come la Yamaha che, in sole due gare, si trova a fronteggiare l’emergenza motori. Le cadute sono state anch’esse protagoniste del GP d’Andalucia. Nonostante i molti giri svolti sul tracciato iberico in questi giorni,  tanti i protagonisti che sono finiti nella profonda ghiaia di Jerez. Tutti, ad eccezione dello spagnolo Marc Marquez, sono rientrati in pista regolarmente a partire da questa prova, mentre il campione in carica della classe regina del Motomondiale dovrebbe risalire in sella alla sua Honda per il GP della Repubblica Ceca di agosto.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top