Show Player

MotoGP, il tentativo disperato di Marc Marquez. Impossibile gareggiare in queste condizioni



Onore al merito. Marc Marquez ci ha provato, ha stretto i denti in tutti i modi possibili, ha cercato di andare contro qualsiasi logica fisica e umana ma non è bastato: il suo tentativo disperato di prendere parte al GP di Andalusia 2020 non è andato a buon fine e ha dovuto inevitabilmente alzare bandiera bianca, rinunciando alla seconda tappa del Mondiale MotoGP. Il Campione del Mondo era caduto settimana scorsa proprio sullo stesso circuito in occasione del GP di Spagna, procurandosi la frattura dell’omero destro. Martedì si è operato a Barcellona e si parlava di un suo possibile rientro in pista soltanto in occasione del GP di Repubblica Ceca (9 agosto a Brno) o del doppio appuntamento in Austria (16 e 23 agosto), ma lo spagnolo ha voluto forzare i tempi ed è tornato a Jerez de la Frontera con l’obiettivo di gareggiare.

Impresa sfumata definitivamente nel pomeriggio oggi: Alberto Puig, team manager della Honda, ha dichiarato che il suo primo pilota non si cimenterà nell’appuntamento di domani (ore 14.00). Non c’è stato niente da fare, il dolore era davvero troppo forte per poter permettere a Marc Marquez di cercare la magia: in queste condizioni era impossibile gareggiare. Glielo avevano detto anche i medici pochi giorni fa, lui ha provato a contraddirli ma anche un fenomeno del suo calibro non è fatto di gomma e, per la prima volta in carriera, non sarà al via di una competizione della massima classe motociclistica.

Loading...
Loading...

La giornata di Marc Marquez è stata estremamente particolare. Ieri aveva deciso di non cimentarsi nelle prove libere 1-2, usando il venerdì per riposarsi e per fare un po’ di terapia. Stamattina ha partecipato alla FP3, ma si è subito capito che il 27enne non era in forma: il sedicesimo posto è stato davvero anacronistico, lontano anni luce dai suoi abituali standard, anche perché sette giorni fa aveva conquistato un posto in prima fila sullo schieramento di partenza ed era il grande favorito per la vittoria. Nel pomeriggio ha provato a lanciarsi nel Q1 delle qualifiche ma è subito rientrato ai box, ha parcheggiato la moto, l’ha spenta ed è rientrato mestamente nel motorhome, visibilmente amareggiato. Nessun tempo cronometrato realizzato, pochi minuti dopo arriva l’annuncio di Alberto Puig.


Il Campione del Mondo ci ha provato da fenomeno qual è ma l’infortunio è più grave di quello che sperava e credeva, neanche lui è riuscito ad andare contro un dolore così lancinante. Marc Marquez incamera un altro “zero” pesantissimo dopo quello di settimana scorsa, ora c’è il rischio che Fabio Quartararo e Maverick Vinales (primo e secondo sulla griglia di partenza) possano prendere il largo in classifica generale: la rincorsa verso il titolo iridato si fa più complicata che mai, anche perché non si sa come starà l’iberico tra un paio di settimane a Brno.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOGP

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top