F1, risultati qualifiche GP Ungheria 2020: Lewis Hamilton fa 90 pole! 5° Vettel, 6° Leclerc: Ferrari davanti alla Red Bull

Le qualifiche del Gran Premio d’Ungheria si sono concluse con la pole position di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. Dunque prima fila tutta Mercedes, mentre la Ferrari ha confermato i suoi progressi, monopolizzando la terza linea. Ecco come è andata.

Q1 – Cielo pesante e minaccioso, ma asfalto asciutto. La sessione si rivela pirotecnica, poiché nel finale la pista diventa palesemente più performante, costringendo tutti i piloti a cercare il tempo in extremis. La lotta per superare il primo taglio si fa serratissima e coinvolge anche protagonisti inaspettati. Alfine non ci sono sorprese clamorose, poiché vengono eliminate entrambe le Haas (Magnussen 16°, Grosjean 18°), ambedue le Alfa Romeo (Giovinazzi 19°, Räikkönen 20°) e l’Alpha Tauri di Daniil Kvyat (17°).
I valori sono comunque rimescolati, perché nei quartieri nobili della classifica i migliori due tempi sono realizzati dalle Racing Point! Sergio Perez ferma il cronometro sull’1’14”681, mentre Lance Stroll gli arriva a 214 millesimi. Terza la McLaren di Carlos Sainz (+0”600). Le Mercedes non si dannano particolarmente l’anima, in quanto Lewis Hamilton è 4° e Valtteri Bottas 7°. In casa Ferrari Sebastian Vettel realizza il 6° tempo, mentre Charles Leclerc è 13°. Da rimarcare come entrambe le Williams si qualifichino clamorosamente per il Q2, con George Russell addirittura 9°!

Q2 – Il meteo regge, si prosegue su pista asciutta. Mercedes, Racing Point e Renault azzardano il primo tentativo cronometrato con gomme medie, tutti gli altri invece utilizzano le soft. Le vetture di Stoccarda fanno il vuoto nonostante la mescola teoricamente meno performante. Alle loro spalle Vettel ottiene una notevole terza piazza provvisoria, mentre Leclerc si trova a rischio eliminazione, in quanto occupa momentaneamente l’undicesimo posto. Nel finale di sessione il monegasco raddrizza la situazione, realizzando il quarto tempo. Gli eliminati sono le due Renault (Ricciardo 11°, Ocon 14°) nonostante un secondo tentativo con pneumatici morbidi, le due Williams (Russell 12°, Latifi 15°) e a sorpresa la Red Bull di Alexander Albon (13°), che subisce peraltro lo smacco di vedere l’Alpha Tauri di Pierre Gasly accedere al Q3.
Le Mercedes tornano padrone assolute, con Lewis Hamilton a marcare un 1’14”261 e Valtteri Bottas a installarsi a 269 millesimi. Terzo tempo per Max Verstappen a 0”715. Come detto quarto Leclerc, mentre Vettel è sesto. Da rimarcare come sia le Mercedes che le Racing Point abbiano superato il taglio con gomme medie, con le quali quindi partiranno domani in caso di gara asciutta.

Q3 – Il cielo è sempre più scuro, ma la pioggia non si presenta. Solo ora le Mercedes mettono in campo tutto il loro potenziale e fanno il vuoto. Nel primo tentativo cronometrato Lewis Hamilton realizza un pauroso 1’13”613. Solo Valtteri Bottas contiene il distacco nell’ordine del secondo, mentre Lance Stroll è terzo. Sergio Perez sbaglia e finisce oltre i track limits, vedendosi cancellare il suo tempo.
Nel secondo tentativo Hamilton si migliora di altri 116 millesimi, riuscendo così a conquistare la sua novantesima pole position con un vantaggio di 107 millesimi su un comunque ottimo Valtteri Bottas. Le Racing Point occupano la seconda fila, con Stroll per una volta davanti a Perez. La Ferrari ottiene il massimo possibile e conferma di essere la terza forza in campo, monopolizzando la terza fila. Sebastian Vettel realizza infatti il 5° tempo, mentre Charles LeClerc è 6°. Solo settimo Max Verstappen, che ribadisce la scarsa forma della Red Bull 2020 a Budapest.

RISULTATI QUALIFICHE GP UNGHERIA 2020

1 L. Hamilton Mercedes 1’13″477
2 V. Bottas Mercedes 1’13″554
3 L. Stroll Racing Point 1’14″377
4 S. Perez Racing Point 1’14″545
5 S. Vettel Ferrari 1’14″774
6 C. Leclerc Ferrari 1’14″817
7 M. Verstappen Red Bull 1’14″849
8 L. Norris McLaren 1’14″966
9 C. Sainz McLaren 1’15″027
10 P. Gasly AlphaTauri No Time Q3
11 D. Ricciardo Renault 1’15″661
12 G. Russell Williams 1’15″698
13 A. Albon Red Bull 1’15″715
14 E. Ocon Renault 1’16″066
15 N. Latifi Williams 1’16″544
16 K. Magnussen Haas 1’16″152
17 D. Kvyat AlphaTauri 1’16″204
18 R. Grosjean Haas 1’16″407
19 A. Giovinazzi Alfa Romeo 1’16″506
20 K. Raikkonen Alfa Romeo 1’16″614

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: La Presse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Moto3, GP Spagna 2020: highlights delle qualifiche. Super pole di Suzuki

Moto2, risultati Qualifiche GP Spagna 2020: prima pole nella classe mediana per Jorge Martin! Marini e Bezzecchi in seconda fila, 10° Baldassarri