Super Rugby: Blues e Crusaders vincono

Si è disputato tra ieri e oggi il secondo turno del Super Rugby Aotearoa, il campionato che vede al via le franchigie neozelandesi del torneo dell’Emisfero Sud. Secondo turno che sorride agli Auckland Blues e ai Crusaders di Christchurch.

Due su due per i Blues, che dopo il successo all’esordio sugli Hurricanes si concedono il bis contro i Chiefs, che così incassano la seconda sconfitta consecutiva. Ad Hamilton finisce 12-24, in un match giocato punto a punto fino a dieci minuti dalla fine, con i padroni di casa che restano nel match grazie al piede di Damien McKenzie, che però non basta.

Si parte, infatti, con l’estremo dei Chiefs che marca i primi punti dalla piazzola al 12’, ma subito rispondono i Blues con la meta di Hoskins Sotutu al 15’. Ancora McKenzie accorcia dalla piazzola, ma Otere Black riallunga, anche lui al piede, e allo scadere è sempre l’estremo dei Chiefs a mettere i punti del 9-10 con cui si va al riposo. Non cambia la musica nella ripresa, con il botta e risposta tra Black e McKenzie nella prima ora di gioco. La prima svolta al 64’, con Beauden Barrett che piazza un drop per il +4, poi una punizione porta a sette i punti di vantaggio, ma il match si chiude al 72’ con la meta di Mark Telea che fissa il punteggio sul 12-24.

Esordio vincente per i Crusaders e secondo ko per gli Hurricanes nel match giocato stamani. Ed è una vittoria netta, ricca di mete, con la prima – marcata da Sevu Reece – che arriva dopo neanche un minuto di gioco. Pronti via e i ragazzi di Christchurch sono già in vantaggio. Risponde Jackson Garden-Bachop dalla piazzola, ma al 14’ arriva la seconda meta con Braydon Ennor. Gli Hurricanes rispondono sempre con Garden-Bachop, che con due piazzati e un drop impatta sul 12-12 alla mezz’ora di gioco. Subito, però, arriva la terza meta del match, firmata Jack Goodhue e il primo tempo si chiude sul 19-15 per i Crusaders.

Al 44’ il cartellino giallo allo stesso Jack Goodhue potrebbe ribaltare la situazione, ma gli Hurricanes non ne approfittano, con un piazzato a testa da mettere a referto nei 10 minuti di superiorità. Al 58’ Richie Mo’unga allunga a +7 dalla piazzola, ma tutto si riapre al 63’ con la meta di Asafo Aumua del nuovo pareggio per gli Hurricanes. È, però, l’ultima fiammata per i padroni di casa. Al 69’ va in meta proprio Richie Mo’unga e al 75’ chiude il discorso la marcatura di David Havili per il 25-39 finale.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI RUGBY

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Auckland Blues Chiefs Crusaders Hurricanes Super Rugby 2020

ultimo aggiornamento: 21-06-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fiorentina-Brescia: precedenti, statistiche, curiosità. Ruolino di marcia non convincente nelle ultime uscite per entrambe

F1, Daniel Ricciardo: “Mi aspetto Norris competitivo, la gente si divertirà e sono sicuro che sarà una sana rivalità”