Nuoto, Thomas Ceccon: il rinvio delle Olimpiadi un vantaggio, ma serve trovare un’identità

Thomas Ceccon, questo sconosciuto. Il nuotatore azzurro, plurimedagliato a livello juniores, era atteso dalla prima vera stagione nel nuoto dei grandi, che finora non sempre lo ha promosso negli appuntamenti fin qui disputati. Il 2020 doveva essere l’anno della consacrazione ad alto livello, avendo Ceccon completato con il Mondiale juniores 2019 a Budapest, la sua gloriosa carriera a livello giovanile. Il rinvio delle Olimpiadi causa Covid, però, ha di fatto regalato al nuotatore veneto, eclettico ma ancora non ben deciso sulle gare su cui puntare, un anno in più nella preparazione dei grandi eventi internazionali.

L’atleta allenato da Alberto Burlina sta cercando sempre di più di crescere sotto il profilo dell’attenzione ai dettagli e soprattutto degli allenamenti, avendo davanti a sé dei modelli da cui poter imparare, parlando di professionalità e di dedizione. Il talento acquatico c’è, ma la sensazione è che non si sia ancora riusciti a trovare la vera dimensione di Thomas sul piano della specializzazione, mentre il percorso di maturazione del nuotatore veneto sembra essere arrivato a buon punto.

Per questo motivo, Ceccon avrebbe dedicato tutto il suo 2020 ai 100 dorso e ai 100 stile libero, provando a ottenere la qualificazione olimpica nelle due specialità. Dei segnali confortanti c’erano stati, con tempi di un certo spessore, citando ad esempio il 53″80 nuotato all’Euro Meet 2020 in Lussemburgo, non così distante dal suo primato di 53″37, in una fase di chiara preparazione. Come sappiamo, però, l’annata agonistica ha subito uno stravolgimento “epocale”. L’emergenza Coronavirus, infatti, ha costretto tutti a interrompere l’attività e perfino i Giochi di Tokyo 2020 sono stati rinviati nel 2021.

In questo senso, per Ceccon potrebbe essere una chance. L’azzurro infatti può contare su un anno in più di affinamento tecnico tale da raggiungere un livello di maturazione superiore. Scopriremo, dunque, se la stagione prossima sarà quella della definitiva esplosione di Thomas Ceccon, in modo da arricchire il roster azzurro di un altro atleta di rilievo internazionale.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI NUOTO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf: US Open, in dieci potranno qualificarsi tramite i primi cinque tornei britannici dell’European Tour

Taekwondo: World Taekwondo sale in classe A2 nel ranking internazionale delle Governance