Giro d’Italia 2020, la startlist si arricchisce: ci pensano anche Simon Yates e Viviani? Ci sarà il pubblico sulle strade?

Il Giro d’Italia 2020 si correrà dal 3 al 25 ottobre. La Corsa Rosa è stata rinviata di cinque mesi a causa della pandemia e la sua nuova collocazione in calendario è stata infelice visto che in contemporanea si disputeranno ben sette Classiche, di cui tre Monumento (Liegi-Bastogne-Liegi, Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix). La corsa a tappe di tre settimane avrà luogo ad appena due settimane di distanza dalla conclusione del Tour de France (20 settembre) e chiaramente questo ingorgo di eventi costringerà diversi fuoriclasse a non presentarsi sulle strade del Bel Paese.

La startlist che si sta creando, però, non è così di basso livello come si poteva pensare in un primo momento. Per la classifica generale ci saranno sicuramente tre nomi di altissima caratura come Vincenzo Nibali, l’ecuadoriano Richard Carapaz (detentore del trofeo) e il giovane belga Remco Evenepoel (prima esperienza sulle 21 frazioni). Ieri è arrivata anche la conferma della presenza dello slovacco Peter Sagan (tre volte Campione del Mondo) e la Gazzetta dello Sport parla anche di altre presenze, ormai soltanto da confermare ufficialmente: il danese Jakob Fuglsang, il quotato britannico Simon Yates (trionfatore alla Vuelta di Spagna e già in rosa), il polacco Rafal Majka, il russo Ilnur Zakarin ma anche velocisti come Elia Viviani (deciderà durante il Tour de France), Gaviria e Groenewegen.

Ci sarà il pubblico lungo le strade del Giro d’Italia? Presto per dirlo. Domani è previsto un incontro tra i vertici di RCS Sport, Renato Di Rocco (Presidente Federciclismo) e Vincenzo Spadafora (Ministro dello Sport) per valutare il nuovo protocollo sanitario, con tutte le norme che definiranno il ritorno del ciclismo agonistico in Italia. Non è da escludere che ci possa essere un po’ di pubblico già alle Strade Bianche che, sabato 1° agosto, riaprirà la stagione del grande ciclismo dopo cinque mesi di stop forzato.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, si riparte a settembre con Supercoppa e SuperLega? Tutte le possibili date dopo il lungo stop

FOTO Charles Leclerc esce con la Ferrari da Maranello: “Sto andando a lavorare”. Test a Fiorano?