Show Player

Ginnastica artistica, gli Europei “natalizi” e il ritorno in gara. Tante incognite e i pass olimpici in palio



Il mondo della ginnastica artistica si è svegliato con una bella notizia: gli Europei 2020 verranno recuperati a dicembre, dopo che in primavera non si erano potuti svolgere a causa della pandemia. La situazione sta migliorando gradualmente nel Vecchio Continente e la Federazione Continentale ha dunque deciso di rischedulare l’appuntamento, posizionandolo nella nuova finestra di dicembre (9-13 per gli uomini, 17-20 per le donne), mese tradizionalmente privo di gare eccezion fatta per qualche meeting di terza fascia. Si ritornerà dunque in pedana per questo appuntamento internazionale (verosimilmente l’unico del post-emergenza) con tantissime incognite.

Gli atleti saranno in forma dopo una pausa così lunga? Si disputeranno alcune gare nazionali per scaldare la gamba in vista dell’evento clou della stagione? Alla prima domanda non c’è una risposta univoca perché davvero dipenderà da Paese a Paese e da come si lavorerà nei prossimi mesi, a questo punto l’estate sarà decisiva per ritrovare il livello dei giorni migliori e mettere un po’ di carico in vista di un appuntamento previsto a ridosso del Natale (sicuramente molto affascinante ma i ginnasti non sono abituati, a dicembre si è solitamente nel pieno degli allenamenti per la successiva annata agonistica).

Loading...
Loading...

Per quanto riguarda il secondo quesito, invece, la risposta dovrebbe essere affermativa: ad esempio in Italia si potrebbero recuperare le tappe di Serie A e i Campionati Italiani Assoluti (da capire quando, dove e in che formato, da sciogliere anche il nodo sull’eventuale presenza del pubblico), in Russia si potrebbe svolgere un torneo per i titoli nazionali un po’ come si dovrebbe fare in Gran Bretagna e in Germania, mentre sulla Francia non ci sono grosse novità.

Questi Europei saranno importantissimi perché metteranno in palio anche quattro pass per le Olimpiadi di Tokyo (due per sessi): li conquisteranno i ginnasti meglio piazzati nell’all-around del turno di qualifica, ma questi atleti non devono essere già ammessi ai Giochi a livello individuale e non devono aver contribuito attivamente alla qualificazione delle rispettive squadre. I pass conquistati non saranno nominali, saranno i vari Direttori Tecnici a decidere chi li conquisterà: ad esempio le nostre Fate non saranno un fattore in questo senso perché già ammesse con la Nazionale bronzo ai Mondiali 2019, l’Italia dovrebbe affidarsi ad altre atlete per puntare a uno di questi biglietti.

Invariato anche il programma di gara: qualificazioni, finale a squadre, finali di specialità (non ci sarò la finale all-around individuale). Ci saranno anche le juniores. Il calendario dettagliato col programma preciso e gli orari verrà comunicato nel corso dei prossimi mesi, stesso discorso per il sorteggio di rotazioni e suddivisioni.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI GINNASTICA ARTISTICA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Simone Ferraro/FGI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top