Show Player

Basket, Virtus Bologna alla finestra: può iscriversi all’Eurolega? Tutti gli scenari e i sogni della squadra italiana



La Virtus Bologna sogna di iscriversi all’Eurolega 2020-2021, la massima competizione europea di basket. La società emiliana sperava già da tempo di tornare ai vertici continentali della palla a spicchi e ora l’occasione si è materializzata in maniera concreta grazie alla rinuncia del Panathinaikos. Il glorioso club greco, trionfatore di questa kermesse in ben cinque occasioni, ha ufficialmente presentato la richiesta agli organizzatori di chiamarsi fuori dalla competizione per la prossima stagione.

Il “trasferimento di licenza” è chiaramente contemplato al capitolo IV, articolo 15, del regolamento di EuroLeague: “Solo i club con licenza possono concedere la licenza a un club di terze parti, con la previa approvazione dell’Assemblea Generale, che sarà confermata da EV e purché soddisfino gli specifici requisiti per il trasferimento delle licenze che saranno approvati dall’Assemblea Generale. In nessun caso un club con licenza che non ha partecipato per almeno tre stagioni consecutive con una licenza “Licensed Club” sarà autorizzato a trasferire la sua licenza. Nessun atto, impegno o risoluzione o ciò che viene intrapreso violando questa limitazione sarà giuridicamente efficace. Né le Società né i Club saranno responsabili per questa non conformità.

Loading...
Loading...

All’articolo 17 si specifica ulteriormente: “Qualsiasi sostituzione di un club, qualunque sia il motivo di tale sostituzione, comporterà l’obbligo per il vecchio socio di vendere le sue azioni ECA secondo le procedure, considerazione e criteri di prezzo istituito dall’Assemblea Generale”.

A questo punto la Virtus Bologna, ritornata in auge nell’ultimo anno (era prima in classifica di Serie A, poi è arrivata la sospensione per pandemia), spera di essere la diciottesima squadra a potersi iscriversi all’Eurolega ma non è sicura del suo posto perché anche il Partizan Belgrado è alla finestra e il club serbo fa molta gola agli organizzatori visto il caloroso pubblico locale, senza escludere altre franchigie che potrebbero sbucare all’ultimo senza aver manifestato un pubblico interesse nell’ultimo periodo. Le V Nere diventerebbero la seconda squadra italiana nella massima competizione europea visto che è già presente l’Olimpia Milano con una licenza pluriennale.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top