Adria Tour 2020: i favoriti. Novak Djokovic sopra tutti, Thiem e Zverev per lo sgambetto. Croati in agguato

Comincerà dopodomani, in via ufficiale (se si esclude l’inaugurazione prevista per domani), l’Adria Tour, che porterà il tennis in giro per i territori balcanici con il fondamentale aiuto di Novak Djokovic, della sua famiglia e di Goran Ivanisevic, che è direttore del torneo.

Gli incontri, in questa fattispecie, si disputeranno al meglio dei tre set, ma, a differenza del circuito ATP normale, saranno quattro i game necessari per vincerli. In queste quattro tappe, l’uomo senza dubbio con lo status di osservato speciale è Djokovic, che nel frattempo ha fatto ampiamente circolare il proprio nome tramite numerosissime dichiarazioni del più vario tenore. Molto è l’interesse circa le sue condizioni, abbastanza da mandare in esaurimento il (ridotto) numero di biglietti messi in vendita per la tappa di quella Belgrado in cui è venerato forse più di chiunque altro nel Paese.

Non di solo Djokovic però si vive, e allora ecco che, per ciascuno degli eventi, che avrà sempre una coppia di gironi da quattro con finale nel secondo giorno dopo la fase a gironi, i concorrenti sono di alto livello. C’è Dominic Thiem (con l’austriaco che non perde tempo per riprendersi il suo ruolo di stakanovista della racchetta), così come è pronto a ricominciare, prima del ritorno del tour ATP ancora avvolto nelle incertezze, Alexander Zverev. Ampia la presenza serba, con Viktor Troicki, Dusan Lajovic e Filip Krajinovic, ma anche quella croata non è da sottovalutare, visto che un nome è quello del vincitore Slam Marin Cilic e l’altro è quello di Borna Coric, ormai solida realtà nel raccogliere una lunghissima tradizione tennistica del Paese, che affonda le radici fino a Nikola Pilic. C’è anche il bulgaro Grigor Dimitrov, per quella che alla fin dei conti è una reunion balcanica con tratti germanici. Almeno la metà di questi giocatori sono perfettamente in grado di tenere testa a Djokovic, ed è per questo che, anche complice il format corto, potremmo vedere diversi risultati non scontati.

Nella serata di domani ci sarà un’inaugurazione condita da un doppio misto che coinvolgerà Djokovic, il celebrato doppista Nenad Zimonjic, Jelena Jankovic (ritirata ormai da anni) e Olga Danilovic, promessa ancora inespressa nota anche per essere la figlia del cestista Sasha Danilovic, che fece le fortune della Virtus Bologna negli Anni ’90. Inoltre, il 5 luglio, ci sarà un’esibizione ancora tra il numero 1 del mondo e il bosniaco Damir Dzumhur a Sarajevo, che fa parte dell’Adria Tour, ma ne esula in termini di weekend in formato competitivo d’esibizione.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fotosr52 / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fernando Alonso e Juan Pablo Montoya, il sogno della Tripla Corona: tra Le Mans e Indianapolis, tutti gli scenari futuri

Basket, Luis Scola lascia ufficialmente l’Olimpia Milano