Show Player

Rally WRC, si valuta un nuovo calendario. Si correrà solo in Europa?



Il Mondiale Rally è uno dei pochi campionati che, da inizio anno ad oggi, ha iniziato la propria stagione agonistica prima della pausa forzata per via dell’emergenza sanitaria. I protagonisti del WRC hanno infatti completato gli appuntamenti a Montecarlo, in Svezia e in Messico, quest’ultimo accorciato di un giorno per permettere a tutti di tornare nelle proprie nazioni in sicurezza.

Da marzo ad oggi i motori sono rimasti spenti e sembrerebbe che, fino a settembre, sia difficile correre. Dopo la cancellazione degli eventi in Portogallo e Kenya e il rinvio del Rally di Sardegna, pare che il Mondiale 2020 possa ripartire dalla Finlandia che, da agosto, slitterebbe a settembre o addirittura ad ottobre. Restano ancora da definire gli eventi in Germania, Inghilterra e in Turchia, mentre non si conoscono le sorti dell’appuntamento italiano. La Sardegna potrebbe ospitare il WRC nella parte conclusiva dell’anno che molto probabilmente non vedrà le trasferte di Giappone e Nuova Zelanda.

Loading...
Loading...

Il calendario 2020 sembra destinato a svolgersi solo nel Vecchio Continente, una scelta legata ai problemi logistici dovuti ai vari spostamenti che significherebbero un’importante spesa per i costruttori. Non dimentichiamoci che tutti i marchi presenti nella serie hanno la propria base operativa in Europa, un fatto non poco rilevante che sposerebbe la scelta di un campionato organizzato solo in Europa. Non conosciamo invece cosa accadrà per il Rally d’Argentina, altra prova che sembra essere pronta ad uscire dai programmai 2020 del WRC.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDIALE RALLY

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top