Show Player

Rugby, Sei Nazioni 2020: Shane Williams “Difficile concluderlo, nello sport contano troppo i soldi”



Arriva una doccia fredda sulle speranze degli appassionati di veder concludersi – prima o poi – il Guinness Sei Nazioni 2020. La doccia arriva da Shane Williams, leggenda del Galles e una delle ali più belle da vedere in campo nel primo ventennio del torneo. Secondo l’ex giocatore, infatti, le chance di tornare in campo sono pochissime. Questione di soldi e priorità.

“È difficile per il rugby e daranno la priorità agli sport che portano più soldi nell’economia. Chi può competere con il calcio, con gli sponsor e gli accordi televisivi che hanno? Il rugby non è affatto vicino a tutto ciò e ciò significa che avrà sempre una posizione dietro al calcio e a molti altri sport” ha dichiarato Williams.

Loading...
Loading...

“I soldi necessari per far ripartire il rugby e quindi garantire che i fan possano goderselo stando attenti al distanziamento sociale – se viene permesso di tornare in campo – possono essere troppi per questo sport. Non abbiamo i diritti TV e le sponsorizzazioni necessarie per finanziare quel tipo di operazione perché il rugby non è uno sport da molti milioni di sterline, quindi non so quando tornerà. Mi piacerebbe vedere una situazione in cui possiamo testare tutti i giocatori e, se sono tutti negativi, forse potremmo cercare un modo per tornare a giocare a rugby, ma al momento sembra molto lontano” continua l’ex campione.

Non solo, perché per Williams questo stop rischia anche di costare caro a molti giocatori. “Non sapere quando arriverà il tuo prossimo match o cosa c’è dietro l’angolo è molto difficile ed è ancora più difficile se ti è scaduto contratto e non sai cosa succederà nei prossimi tre o quattro mesi” le sue parole. “Il rugby è uno sport molto volubile perché puoi giocare bene ed essere in cima al mondo e poi hai un grave infortunio e nessuno si ricorda il tuo nome, quindi forse è il momento per i giocatori di rugby di guardare a un piano B se non potranno giocare per i prossimi mesi”.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI RUGBY

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Massimiliano Carnabuci – LPS

Loading...

Lascia un commento

scroll to top