Show Player

Karate, i giovani italiani in rampa di lancio. Galassi e Inzoli promesse del kata, Mangiacapra e De Vivo talenti del kumite



Il karate, come tutti gli altri sport, è fermo a causa della pandemia di Covid-19 che ha provocato anche il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021. In questo momento di sosta proviamo, quindi, a fare il punto della situazione per quanto riguarda i giovani italiani, coloro che un giorno saranno chiamati a raccogliere l’eredità dei vari Luigi Busà, Viviana Bottaro, Angelo Crescenzo e Mattia Busato, atleti che oggi sono i portabandiera dell’Italia e che la rappresenteranno ai Giochi Olimpici durante la prossima estate.

Partiamo dal kata, specialità nella quale la nostra nazione sta conseguendo risultati di una certa rilevanza, non soltanto tra i senior. Negli Europei giovanili disputati a Budapest ad inizio febbraio, infatti, l’Italia ha messo in cascina ben cinque medaglie, tre delle quali ottenute a livello individuale e due nel kata a squadre. Due talenti purissimi della disciplina sono sicuramente Sonia Inzoli e Matilde Galassi: la lombarda ha ottenuto la medaglia d’oro nella categoria cadetti (14-15 anni) e ha dunque bissato il trionfo ai Campionati del Mondo di Santiago del Cile (ottobre 2019); gradino più alto del podio anche per la riccionese nella categoria junior (16-17 anni), che ha replicato il successo agli Europei del 2018 a Sochi. La terza medaglia d’oro conquistata dalla spedizione italiana è stata nel kata a squadre femminile grazie al trio composto da Orsola D’Onofrio (sorella minore di Terryana), Michela Rizzo ed Elena Roversi. Bene anche la controparte maschile (Federico Arnone, Cristian Villano e Pietro Binotto) che ha ottenuto il bronzo, così come Carolina Amato, interessante prospetto nella categoria under 21.

Loading...
Loading...

Per quanto riguarda il kumite, invece, i due talenti più promettenti sono Daniele De Vivo in ambito maschile e Alessandra Mangiacapra per il femminile. Daniele, fratello minore del più famoso Gianluca, si è ben distinto con l’argento nella categoria -68 kg junior, ottenuta dopo aver conquistato il bronzo ai Mondiali cileni dell’autunno 2019. Argento anche per Alessandra Mangiacapra nella categoria -61 kg junior: la campana ha ripetuto il risultato conseguito ai Mondiali di Santiago e agli Europei danesi del febbraio 2019. Oltre ovviamente a Rosario Ruggiero, primo italiano a qualificarsi alle Olimpiadi Giovanili 2018 e ad ottenere una medaglia (bronzo), già sbarcato nei principali tornei della WKF, altri nomi che potranno far parlare di loro in futuro sono: Matteo Fiore (bronzo agli Europei nella categoria -76 kg junior) ed Irene Marturano (argento agli Europei nella categoria -54 kg dei cadetti).

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL KARATE

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIJLKAM

Loading...

Lascia un commento

scroll to top