Mondiale Rally 2020, il WRC riparte in Messico col primo appuntamento stagionale sullo sterrato

La nuova stagione dei motori sta cominciando decisamente a singhiozzo, con moltissimi eventi rinviati o cancellati a causa della tragica situazione sanitaria che sta colpendo ormai tutto il mondo in queste settimane. Chi non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi è invece il Mondiale 2020 di rally, che è pronto a tuffarsi nella sua terza tappa stagionale. Giovedì sera verrà infatti alzato il sipario, con la cerimonia ufficiale, al Rally del Messico che rappresenta di fatto il primo impatto della carovana con la ghiaia.

Un fine settimana davvero esaltante, che ci porterà dal 12 al 15 marzo a percorrere 947 km scalando i meravigliosi scenari montuosi della Sierra de Lobos e Sierra de Guanajuato partendo da León, una delle maggiori cittadine del Paese, situata a 400 km nord-ovest da Città del Messico. Il venerdì si correranno ben 10 speciali, passando per due volte attraverso le stradine delle ormai note El Chocolate, Ortega e Las Minas stages, oltre a un breve passaggio nel Bicentennial Park e due corse nel circuito cittadino di León. Saranno nove invece le speciali del sabato, la giornata più lunga con i suoi 134 km, dove la carovana si sposterà sulle montagne a nord-est della città, con i due passaggi a Guanajuatito, Alfaro e Derramadero e la chiusura finale con un altro passaggio all’autodromo e una seconda e differente street stage a León. Infine, la domenica, il rally terminerà mischiando parecchie delle strade usate in precedenza, con il gran finale della famosa Power Stage El Brinco.

Riparte dunque la battaglia tra il campione del mondo estone Ott Tanak (Hyundai), ripresosi alla grande in Svezia dopo il disastroso e pericolosissimo crash di Monte Carlo, e i suoi sfidanti, il francese Sebastien Ogier (Toyota) e il compagno di squadra belga Thierry Neuville, al momento una ventina di punti davanti a lui. Al comando della classifica attuale dopo due tappe, a quota 42, insieme a Neuville, c’è però la sorpresa di questo avvio di stagione. Il britannico Elfyn Evans ha sfruttato la sua grande regolarità, imponendosi sulle nevi scandinave un mese fa per raggiungere la vetta della classifica. La stagione è ancora molto lunga, ma già nel 2019 il pilota della Yaris aveva mostrato enormi progressi e se dovesse riuscire a mantenere alta la concentrazione non è escluso che possa dar fastidio ai big fino alla fine.

Un altro osservato speciale sarà l’astro nascente Kalle Rovanperä. Il diciannovenne di Jyväskylä era attesissimo in questo suo debutto nel WRC ma ha saputo forse addirittura superare ogni aspettativa nelle prime due fermate della stagione, conquistando ben 30 punti e guadagnandosi così la quarta posizione provvisoria, a sole sette lunghezze dal compagno-leggenda Ogier.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL RALLY

michele.brugnara@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Mondiali Juniores 2020: Sara Rask comanda la prima manche del gigante femminile, lontane le italiane

Ciclismo, la Gazprom-Rusvelo annuncia la positività al Coronavirus di un suo atleta