Coppa Davis 2020, Italia sul velluto contro la Corea del Sud: centrate le Finals, a novembre si vola a Madrid

A volte, se presi sotto gamba, anche gli impegni sulla carta più semplici possono tramutarsi in enormi tranelli. Non è stato il caso dell’Italia del tennis, che nel fine settimana appena trascorso ha liquidato agevolmente la Corea del Sud nel turno di qualificazione e ha così ottenuto l’accesso alle Finals di Coppa Davis 2020, in programma tra il 23 e il 29 novembre a La Caja Magica di Madrid. La Nazionale capitanata da Corrado Barazzutti si è comportata in maniera impeccabile, mantenendo sempre alta la concentrazione e non risentendo minimamente della peculiare atmosfera al Tennis Club Cagliari, deserto in ottemperanza al decreto governativo per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Ad apporre la prima firma sul 4-0 con cui gli azzurri si sono sbarazzati della Corea del Sud è stato Fabio Fognini, che ha impiegato soltanto un’ora e quattro minuti per sconfiggere Duckhee Lee, numero 251 del ranking ATP. Il tennista di Arma di Taggia è sceso in campo con lo spirito giusto e ha fatto sentire fin dal principio del match l’abissale gap tecnico con il suo avversario, sbrigando la pratica con il punteggio di 6-0 6-3 e mettendo in discesa la strada verso le Finals. Qualche ora dopo, superata l’interruzione per pioggia, a conquistare il preziosissimo punto del 2-0 è stato Gianluca Mager, che ha avuto la meglio su Ji Sung Nam con il risultato di 6-3 7-5. Un match non facile per il venticinquenne sanremese, che ha pagato la tensione per l’esordio con la Nazionale e non è stato in grado di proporre al meglio il suo classico gioco, anche perché condizionato da un piccolo fastidio all’adduttore: ciononostante, il recente finalista del Rio Open ha sfoderato una prova di carattere, riuscendo a non perdere la testa nel momento più difficile e ad aggiudicarsi un secondo set sofferto con grande grinta.

Sabato bastava un punto per guadagnare la certezza della qualificazione a Madrid ed è subito arrivato grazie al match di doppio brillantemente vinto da Fabio Fognini e Simone Bolelli contro il duo coreano composto da Ji Sung Nam e Min-Kyu Song. La consolidata coppia azzurra, ad eccezione di un piccolo passaggio a vuoto all’inizio del primo set, ha fatto valere la propria maggiore levatura e ha concesso soltanto quattro giochi agli asiatici, chiudendo in un’ora e un minuto con il punteggio di 6-3 6-1. I vincitori del torneo di doppio agli Australian Open 2015 hanno confermato la loro nota complementarietà, caratterizzata dalla regolarità di Bolelli e dai lampi di genio di Fognini. Per chiudere in bellezza la giornata, Stefano Travaglia ha travolto per 6-0 6-1 in appena quarantasette minuti di gioco il ventunenne Yunseong Chung e ha decretato il definitivo 4-0.

Corrado Barazzutti ha dunque tanti buoni motivi per sorridere e può guardare con ottimismo alle Finals di novembre. La squadra azzurra, seppur contro un avversario di bassa caratura, ha dimostrato di esserci e con gli innesti di Matteo Berrettini e Jannik Sinner, assenti sulla terra rossa di Cagliari, a Madrid è lecito sognare.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tennis, Ranking ATP (9 marzo 2020): Novak Djokovic sempre numero 1, Jannik Sinner perde due posizioni

Champions League 2020: Barcellona-Napoli a porte chiuse? PSG-Borussia si gioca senza pubblico