Basket: l’associazione dei giocatori di Eurolega chiede la sospensione della competizione



Non è bastato il primo comunicato emesso nella giornata di ieri: la ELPA, l’associazione dei giocatori di Eurolega, ne ha rilasciato un secondo, dai toni molto più duri, netti e incontrovertibili, questa mattina. La richiesta è una sola: quella di sospendere l’Eurolega, a causa della crescente preoccupazione dei giocatori relativamente alla pandemia di coronavirus COVID-19.

Questo il testo del comunicato: “La ELPA ha spedito una lettera ufficiale per informare la EuroLeague che, nel corso degli ultimi giorni, sempre più giocatori hanno espresso i loro aumentati e giustificati timori circa la salute loro e delle loro famigliese i club continueranno con la loro attuale programmazione agonistica durante la crisi del COVID-1. Il cambiamento delle circostanze richiede di rimarcare ulteriormente come la EuroLeague e i club partecipanti non possano chiedere ai giocatori di mettere la salute loro e delle loro famiglie a rischio per prendere parte a viaggi e partite che potrebbero esporli a una crescente probabilità di contrarre il COVID-19. In più, ai giocatori non può essere chiesto di scavalcare le regole nazionali sulla saluta aggirando restrizioni o divieti sui viaggi o sugli assembramenti pubblici al fine di evitare una maggiore diffusione del COVID-19. Alla luce di quanto sopra, la ELPA ha chiesto alla EuroLeague e a tutti i club partecipanti di mettere la salute e la sicurezza dei giocatori al primo posto e, quindi, di sospendere la competizione finché salute, sicurezza e libertà di movimento non saranno garantiti“.

Loading...
Loading...

Nell’ultima settimana la situazione delle partite di Eurolega, già particolarmente a rischio nelle scorse, è precipitata: le partite di Milano non si possono più giocare in Italia, in Spagna si può scendere in campo solo a porte chiuse, anche in Francia si stanno varando simili provvedimenti e in Israele è stato contingentato a 5000 il numero massimo di spettatori, con il Maccabi Tel Aviv che aveva già reso noto il provvedimento. In EuroCup anche Virtus Bologna e Reyer Venezia non possono giocare in Italia.

Questa notte, dopo la conferma della positività di Rudy Gobert al coronavirus, la NBA è stata sospesa fino a nuovo ordine.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top
Loading