Basket, Hedo Turkoglu tuona: “Darussafaka-Virtus Bologna a Belgrado? Decisione incomprensibile, contro lo spirito del gioco”

Non accenna a placarsi la discussione, piuttosto animata per la verità, legata allo spostamento di Darussafaka-Virtus Bologna, match decisivo per il passaggio ai quarti di EuroCup 2019-2020, alla Stark Arena di Belgrado causa blocco dei voli dall’Italia alla Turchia per coronavirus.

A parlare della decisione di modificare il luogo dell’incontro è il Presidente della Federazione cestistica turca, Hidayet “Hedo” Turkoglu, che nella sua carriera da giocatore è stato per 15 anni in NBA con le maglie di Kings, Spurs, Magic, Raptors, Suns e Clippers. Queste le sue parole: “La decisione di Eurolega sulla partita di EuroCup tra Darüşşafaka Tekfen e Segafredo Virtus Bologna è stata deludente. La partita, inizialmente in programma a Istanbul, è stata sospesa a causa del dilagare del virus COVID-19 in Italia e ora si giocherà a Belgrado, in Serbia, il 5 marzo. Questa incomprensibile decisione di Eurolega, nonostante i nostri sforzi e tutte le altre opzioni suggerite da Darüşşafaka Tekfen, è contro tutti i valori del gioco e contro il suo spirito. Il problema deriva dal semplice fatto che l’allenatore e alcuni giocatori della Virtus Bologna sono serbi: si crea così un cambiamento in disaccordo con la sportività e un ambiente indesiderato per il nostro club, Darüşşafaka Tekfen. Invito Euroleague a prestare maggiore attenzione su tali decisioni. Credo che la pallacanestro turca, insieme a tutte le squadre, i giocatori e le aziende interessati siano risentiti di questa decisione“.

Turkoglu, nel comunicato diffuso dalla Federazione turca, non cita però un altro aspetto: quello delle porte chiuse, che nei fatti non favorisce alcuna squadra, e dunque nemmeno i personaggi da lui indirettamente citati: Milos Teodosic, Stefan Markovic e Sasha Djordjevic. Domani, alle 18:15, tutte le parole avranno finalmente una conclusione e si lascerà spazio al solo campo.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket: Saverio Lanzarini unico arbitro italiano alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Camila Giorgi risale nel ranking Wta! Le proiezioni di classifica con i quarti a Lione. E se avanzasse ancora…