Albo d’oro Coppa del Mondo sci alpino femminile: Federica Brignone succede a Mikaela Shiffrin. Primo successo italiano

Federica Brignone segna una pagina storica dello sci alpino italiano. La valdostana, infatti, è la prima atleta azzurra a vincere la Sfera di Cristallo in una storia che prende il via addirittura dal 1966/67. Sul fronte femminile il record di successi rimane di proprietà delle atlete austriache con 17, contro i 12 della Svizzera e gli 8 degli Stati Uniti. Nel computo complessivo l’Italia sale a 7, dato che nel comparto maschile erano già arrivati 6 trionfi.

La prima sciatrice a centrare il successo in Coppa del Mondo fu la canadese Nancy Greene che fece il bis nella stagione successiva. Quindi, dopo le vittorie dell’austriaca Gertrud Gabl e della francese Michèle Jacot, arrivò lo straordinario quinquennio dell’immensa Annemarie Moser-Proll dal 1969/70 al 1974/75.

Conclusa questa egemonia si visse un periodo intermedio con diverse atlete in grado di primeggiare, ma la stessa Moser-Proll tornò al successo nel 1978/79, prima dell’era svizzera. Dal 1980/81 al 1988/89 centrarono la Sfera di Cristallo Marie-Therese Nadig, Erika Hess (2 volte) Michela Figini (2 volte), Maria Walliser (2 volte) e Vreni Schneider. Quest’ultima fu campionessa anche nel 1993/94 e 1994/95, dopo un poker austriaco con Petra Kronberger (3 volte) e Anita Wachter.

Negli anni ’90 lo scettro è passato di mano parecchi volte, due volte alla tedesca Katja Seizinger, una alla svedese Pernilla Wiberg, quindi gli anni 2000 hanno visto i trionfi di Anja Paerson (2 volte), Janica Kostelic (3 volte) prima dell’era Lindsey Vonn. La statunitense aprì il suo filotto nel 2008/09 chiudendo con il poker nel 2011/12. Quindi, dopo il successo di Tina Maze nel 2012/13, la doppietta di Anna Veith 2013/14 e 2014/15 sono arrivati i titoli di Lara Gut-Behrami nel 2015/16, prima della tripletta di Mikaela Shiffrin, un dominio che appariva incontrastabile.

ALBO D’ORO COPPA DEL MONDO SCI ALPINO FEMMINILE

1967 Nancy Greene (Canada)

1968 Nancy Greene (Canada)

1969 Gertrud Gabl (Austria)

1970 Michele Jacot (Francia)

1971 Annemarie Moser Proell (Austria)

1972 Annemarie Moser Proell (Austria)

1973 Annemarie Moser Proell (Austria)

1974 Annemarie Moser Proell (Austria)

1975 Annemarie Moser Proell (Austria)

1976 Rosi Mittermaier (Germania)

1977 Lise Marie Morerod (Svizzera)

1978 Hanni Wenzel (Liechtenstein)

1979 Annemarie Moser Proell (Austria)

1980 Hanni Wenzel (Liechtenstein)

1981 Marie Terese Nadig (Svizzera)

1982 Erika Hess (Svizzera)

1983 Tamara McKinney (Stati Uniti)

1984 Erika Hess (Svizzera)

1985 Michela Figini (Svizzera)

1986 Maria Walliser (Svizzera)

1987 Maria Walliser (Svizzera)

1988 Michela Figini (Svizzera)

1989 Vreni Schneider (Svizzera)

1990 Petra Kronberger (Austria)

1991 Petra Kronberger (Austria)

1992 Petra Kronberger (Austria)

1993 Anita Wachter (Austria)

1994 Vreni Schneider (Svizzera)

1995 Vreni Schneider (Svizzera)

1996 Katja Seizinger (Germania)

1997 Pernilla Wiberg (Svezia)

1998 Katja Seizinger (Germania)

1999 Alexandra Meissnitzer (Austria)

2000 Renate Goetschl (Austria)

2001 Janica Kostelic (Croazia)

2002 Michaela Dorfmeister (Austria)

2003 Janica Kostelic (Croazia)

2004 Anja Paerson (Svezia)

2005 Anja Paerson (Svezia)

2006 Janica Kostelic (Croazia)

2007 Nicole Hosp (Austria)

2008 Lindsey Vonn (Stati Uniti)

2009 Lindsey Vonn (Stati Uniti)

2010 Lindsey Vonn (Stati Uniti)

2011 Maria Riesch (Germania)

2012 Lindsey Vonn (Stati Uniti)

2013 Tina Maze (Slovenia)

2014 Anna Fenninger (Austria)

2015 Anna Fenninger (Austria)

2016 Lara Gut (Svizzera)

2017 Mikaela Shiffrin (Stati Uniti)

2018 Mikaela Shiffrin (Stati Uniti)

2019 Mikaela Shiffrin (Stati Uniti)

2020 Federica Brignone (Italia)

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio90
Fabio90
11 mesi fa

Vergognati,lasci solo messaggi altamente incompetenti e ora persino imbarazzanti.
A un atleta che vince la coppa del mondo dopo 30 GARE…30 GARE..dirle di aver vinto a tavolino é VERGOGNOSO.

Federico Militello
Admin
11 mesi fa
Reply to  Fabio90

Caro Fabio,

la mia raccomandazione è di disperdere mai il rispetto ed il piacere di avere una discussione con chi è appassionato come noi allo sport. Si può non essere d’accordo e lo si può spiegare civilmente, non necessariamente con imperativi coloriti.
Grazie mille

Un saluto sportivo

Fabio90
Fabio90
11 mesi fa

Sono solito essere civile e comprensivo, ma l’utente a cui ho risposto non è nuovo da mesi e mesi a commenti che di sportivo non hanno nulla, e per me chi dice a un atleta della nazionale italiane, in forza ai carabinieri, che ha disputato 30 estenuanti gare, che ha vinto a tavolino, un vergognati se lo merita tutto.
E forse, dico forse, dovrebbero questi elementi a essere redarguiti, detto ciò poco mi interessa chi venga redarguito, e continuo a pensarla cosi e seguire questo sito, cercando di evitare i commenti antisportivi al suo interno.

Luca46
Luca46
11 mesi fa

E’ stata una stagione in cui Shiffrin ha deciso di non gareggiare per via di un grave lutto che l’ha colpita. E’ stata una sua scelta che credo tutti possiamo ammirare e rispettare. Poi si è aggiunta l’evenienza coronavirus che ha sconvolto i piani dell’intero sport mondiale. Come ho già detto come forma di rispetto per il dolore che ha colpito la Shiffrin festeggerei in tono minore.
Non parlerei di un mondiale deciso a tavolino. Come spesso accade nello sci cancellazioni e spostamenti di programma e infortuni sono una costante. Shiffrin ha fatto una scelta personale (comprensibile) e non le è stata tolta la possibilità di vincere la coppa. Poi è successo l’imponderabile ma lei (Federica) era davanti e questo è innegabile. Brignone è stata costante risultando la migliore c’è poco da dire. Ha disputato una stagione eccezionale, superlativa.

riax
riax
11 mesi fa

a tavolino… …!

OLIMPIONICO
OLIMPIONICO
11 mesi fa

shiffrin e gutt battute !

Federica Brignone: “Stavo mangiando pane e nutella, poi la notizia. Ho pianto di felicità, è per l’Italia che soffre”

Salto con gli sci: Maren Lundby è la migliore in qualificazione a Trondheim davanti a Opseth e Kriznar, 13ma Lara Malsiner