Volta a la Comunitat Valenciana 2020: Tadej Pogačar beffa Valverde a Cullera. Gianni Moscon ottavo

Inizia il 2020 come aveva finito il 2019 l’enfant prodige sloveno Tadej Pogačar: vincendo. Il corridore della UAE Team Emirates, infatti, ha conquistato la seconda tappa della Volta a la Comunitat Valenciana 2020 superando sullo strappo di Cullera, 2 km al 9%, l’intramontabile Alejandro Valverde (Movistar). Terzo posto per il belga Dylan Teuns (Bahrain-Merida), mentre primo degli italiani è arrivato Gianni Moscon (Team Ineos) che ha concluso la frazione in ottava posizione.

La tappa è stata animata da una fuga a cinque composta da Remi Cavagna (Deceuninck-Quick Stepk), Jos Van Emden (Jumbo-Visma), Alessandro De Marchi (CCC), Alvaro Cuadros (Caja Rural), Hector Saez (Caja Rural). Il gruppo, ad ogni modo, ha sempre tenuto sotto controllo il plotoncino al comando ed è andato a riacciuffarli all’imbocco della salita finale.

Sull’erta conclusiva il primo ad allungare è stato Gonzalo Serrano della Caja Rural. Il gruppo, però, lo ha ripreso a 500 metri dal traguardo. Allora hanno provato ad anticipare prima Jan Polanc della UAE e, poi, l’azzurro Gianni Moscon. Nessuno dei due, ad ogni modo, è riuscito a sfuggire alle grinfie del plotone e Valverde, dopo essere piombato sul trattore della Val di Non, ha lanciato il suo sprint. Il murciano sembrava poter cogliere il successo, ma uno straripante Pogačar lo ha superato all’esterno all’ultima curva ed è giunto al traguardo a braccia alzate. Ora il vincitore del Tour de l’Avenir 2018 indossa anche la maglia di leader della classifica generale.

CLICCA QUI PER VIDEO HIGHLIGHTS SECONDA TAPPA VOLTA A LA COMUNITAT VALENCIANA

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Fabio Quartararo: “Non sostituisco Valentino Rossi, non si è ritirato. Non sono pronto per vincere il Mondiale”

Basket, Coppa Intercontinentale 2020: il cammino della Virtus Bologna comincia dal San Lorenzo de Almagro