Show Player

Sci alpino, Pagelle 15 febbraio: Alice Robinson spaventosa, Vlhova eccellente, Bassino sfortunata, Brignone si mangia le mani



Il gigante di Kranjska Gora valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2019-2020 ha regalato grandi emozioni e prestazioni su un pendio che, come sempre, eleva le migliori e le più tecniche. La vittoria, nettissima, è andata alla neozelandese Alice Robinson che, nonostante abbia solamente 18 anni, dimostra di avere una potenza davvero straordinaria. Alle sue spalle Petra Vlhova, ancora una volta protagonista, mentre per le azzurre si può parlare di giornata sfortunata. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle della gara odierna.

LE PAGELLE DEL GIGANTE DI KRANJSKA GORA 

Alice Robinson 10: una gara spaventosa. Nella prima manche chiude seconda solamente perchè commette un errore che quasi la manda fuori pista. Nella seconda è impeccabile e fa il vuoto, senza mezzi termini con un tempo clamoroso. Dimostra di avere a disposizione una potenza incredibile che, quando riesce a sfruttare, lascia tutti a bocca aperta. Nei tratti più scorrevoli sembrava procedere come un motorino. Ha soli 18 anni. Il futuro è suo.

Loading...
Loading...

Petra Vlhova 9: che dirle? Ha fatto tutto nella giusta maniera, nemmeno una sbavatura, ma contro una Robinson così oggi non ce n’era davvero. Si dimostra ancora una volta eccellente tra le porte larghe e il suo finale di stagione appare davvero in crescita.

Meta Hrovat 8.5: terza per il tripudio generale. La slovena finalmente fa vedere il suo valore nelle due manche e chiude meritatamente sul gradino più basso del podio.

Wendy Holdener 8: terza anche la svizzera, con qualche rammarico in più. La sua potenza l’aiuta nel primo tratto, mentre nel temibile muro di Kranjska Gora lascia qualche centesimo di troppo.

Marta Bassino 7.5: un quinto posto a un centesimo dal podio, che beffa! La sciatrice di Borgo San Dalmazzo dà tutto quello che ha e non commette il minimo errore. Le è mancata solamente la potenza nella parte alta per arrivare laddove avrebbe meritato.

Federica Brignone 6: un ottavo posto con un notevole carico di amaro in bocca. La valdostana non appare al 100% della propria forma ed in entrambe le discese sembra gestire un po’ troppo. Chiude a 2.04 da Robinson ed a 55 centesimi dal podio. SI mangia le mani per i soli 32 punti conquistati, in una gara che poteva davvero portarla in scia a Shiffrin.

Tessa Worley 8: che ritorno per la francese! Dopo settimane di stop dopo la pulizia al ginocchio torna ed è nona! Bentornata con la sua solita carica e una qualità che hanno ben poche.

Laura Pirovano 7: partiva con il pettorale numero 50, si classifica 26esima nella prima manche, quindi chiude ventesima assoluta. Questa giovane stellina sta iniziando a muovere i primi passi a questi livelli e ci regalerà sicuramente soddisfazioni in futuro.

Luisa Matilde Maria Bertani 6.5: ventiquattresima al termine della giornata dopo la prima qualificazione per una seconda manche. Come inizio non c’è davvero male!

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top