Show Player

Salto con gli sci, Coppa del Mondo Lahti 2020: Stefan Kraft vuole dare la spallata decisiva



Nel weekend tornerà in azione la Coppa del Mondo maschile di salto con gli sci, e lo farà affrontando una delle proprie “Grandi Classiche”. Si gareggerà infatti a Lahti, in Finlandia. La tappa di Rasnov ha definitivamente i pretendenti alla Sfera di cristallo a due. Si tratta di Stefan Kraft e Karl Geiger. Al momento, quando mancano sei gare al termine della Coppa del Mondo, l’austriaco vanta 118 punti di vantaggio sul tedesco. Dunque, per continuare a sperare di mettere le mani sulla classifica generale, il bavarese dovrà giocoforza recuperare terreno. Il salisburghese resta tuttavia il favorito per il successo finale, vuoi per il margine di cui gode nella graduatoria assoluta, vuoi perché tutti i trampolini (Lahti compreso) dovrebbero dirgli bene.

La località del Päijät-Häme, posta circa 100 km a nord-est rispetto alla capitale Helsinki, è da sempre una presenza fissa nel calendario. Infatti da quando il massimo circuito ha visto la luce (1979-‘80), questa città di 120.000 abitanti non ha mai mancato l’appuntamento con le competizioni di primo livello.
Trattasi, d’altronde, di una location storica per le discipline nordiche. Non a caso qui sono andate in scena la bellezza di 7 edizioni dei Mondiali (1926, 1938, 1958, 1978, 1989, 2001, 2017) e le gare del fine settimana, come da tradizione, saranno inserite all’interno dei cosiddetti Lahti Ski Games, o Salpausselän Kisat.
La manifestazione, nata nel 1923, consiste in una serie di competizioni di sci di fondo, salto con gli sci e combinata. L’evento, che si avvicina al secolo di vita ed è stato ormai cooptato dalla Coppa del Mondo, è stato cancellato solamente tre volte (nel 1930 per mancanza di neve, nel 1940 a causa della Guerra d’Inverno e nel 1942 per mancanza di fondi).

Loading...
Loading...

Gli atleti si confronteranno nel Salpausselän hyppyrimäet, complesso di trampolini che prende il nome dal Salpausselkä, una serie di enormi morene presenti nella Finlandia meridionale. Sinora qui si sono disputate 67 gare individuali di primo livello, di cui 38 sul Large Hill dove sono in programma le prove del weekend.
Questo trampolino è un autentico dinosauro, essendo stato progettato nel lontano 1972. Vero che da allora è stato ammodernato più volte, ma la sua struttura originaria ha subito solo cambiamenti minimi e per l’ultima volta nel 1997.
Su di esso, sinora, si sono imposti venticinque diversi atleti. Fra di essi, un quartetto si è issato a quota 3 successi. Si tratta di Matti Nykänen (1984, 1986, 1988), Martin Schmitt (2000, oro iridato 2001, 2002), Adam Malysz (2003, 2003, 2007) e Kamil Stoch (2014, 2018, 2019).
Comprendendo il polacco sono sei i saltatori in attività ad aver già primeggiato sul Large Hill di Lahti. Contano 2 vittorie Simon Ammann (2010, 2011) e Stefan Kraft (2015 e oro iridato 2017). Hanno vince raccolto 1 affermazione Richard Freitag (2013), Severin Freund (2014) e Michael Hayböck (2016).

Se si guarda ai podi, si contano tredici uomini tutt’ora in azione ad aver raccolto almeno un piazzamento nella top-three sul trampolino grande. Questa graduatoria è capitanata da Severin Freund, spintosi a quota 6.
6 – FREUND Severin [GER] (1-2-3)
4 – STOCH Kamil [POL] (3-0-1)
4 – KRAFT Stefan [AUT] (2-1-1)
2 – AMMANN Simon [SUI] (2-0-0)
1 – FREITAG Richard [GER] (1-0-0)
1 – HAYBÖCK Michael [AUT] (1-0-0)
1 – TANDE Daniel-Andre [NOR] (0-1-0)
1 – WELLINGER Andreas [GER] (0-1-0)
1 – EISENBICHLER Markus [GER] (0-1-0)
1 – KOBAYASHI Ryoyu [JPN] (0-1-0)
1 – FANNEMEL Anders [NOR] (0-0-1)
1 – ZYLA Piotr [POL] (0-0-1)
1 – JOHANSSON Robert [NOR] (0-0-1)

Volgendo invece lo sguardo ai vari movimenti nazionali, si può evincere come sul Large Hill di Lahti la Finlandia padrona di casa sia ancora oggi la potenza egemone, nonostante sia sprofondata in una profonda crisi ormai da un decennio.
30 (10-11-9) – FINLANDIA
23 (7-9-7) – AUSTRIA
19 (6-5-8) – GERMANIA [All-Inclusive]
12 (6-3-3) – POLONIA
12 (1-4-7) – NORVEGIA
5 (2-1-2) – GIAPPONE
4 (1-1-2) – SLOVENIA
4 (0-2-2) – REP.CECA [All-Inclusive]
3 (2-0-1) – CANADA
2 (2-0-0) – SVIZZERA
2 (1-1-0) – ITALIA
1 (0-1-0) – SVEZIA
Dunque una vittoria e due podi complessivi anche per l’Italia. Merito dei fratelli Lunardi. Il 3 marzo 1990 Virginio si classificò secondo, mentre il 7 marzo 1993 Ivan ottenne l’unico successo in Coppa del Mondo della sua carriera.

A proposito di nazioni, sabato è in programma anche una prova a squadre. Sinora sul trampolino grande di Lahti se ne sono tenute ben 21. Un terzo di esse sono state conquistate dall’Austria, che quindi comanda la classifica dei successi con 7. Segue la Finlandia padrona di casa a 5. Viene poi la Norvegia a 4. Si contano 3 affermazioni per la Germania, chiudono la fila a 1 Giappone e Polonia. Dunque, come si può evincere, la Slovenia è ancora a secco.

Per completezza di informazione non va dimenticato come il Salpausselän hyppyrimäet sia talvolta soggetto alle bizze di Eolo. In tal caso, la presenza del trampolino piccolo a fianco di quello grande ha occasionalmente spinto la direzione gara a spostare la competizione sull’impianto meno imponente.
Michael Hayböck (2016) e Stefan Kraft (oro iridato 2017) sono i soli saltatori in attività a essersi imposti su entrambe le strutture. Hanno invece vinto esclusivamente sul Normal Hill Noriaki Kasai (1993), Gregor Schlierenzauer (2009) e Daiki Ito (2012).

Questo l’elenco completo degli atleti tutt’ora in azione a vantare un ingresso nella top-three sul trampolino piccolo.
3 – KASAI Noriaki [JPN] (1-0-2)
1 – KRAFT Stefan [AUT] (1-0-0)
1 – HAYBÖCK Michael [AUT] (1-0-0)
1 – ITO Daiki [JPN] (1-0-0)
1 – SCHLIERENZAUER Gregor [AUT] (1-0-0)
1 – WELLINGER Andreas [GER] (0-1-0)
1 – GEIGER Karl [GER] (0-1-0)
1 – AMMANN Simon [SUI] (0-1-0)
1 – EISENBICHLER Markus [GER] (0-0-1)
1 – TAKEUCHI Taku [JPN] (0-0-1)
1 – VASSILIEV Dimitry [RUS] (0-0-1)

PROGRAMMA (ORARI ITALIANI) E PALINSESTO TELEVISIVO
Venerdì 28 febbraio, ore 16.00 – Qualificazione Gara I (Diretta Eurosport dalle 15.55)
Venerdì 28 febbraio, ore 17.30 – Gara I (Diretta Eurosport dalle 17.15)
Sabato 29 febbraio, ore 16.00 – Team Event (Diretta Eurosport)
Domenica 1 marzo, ore 14.00 – Qualificazione Gara II (Diretta Eurosport dalle 13.55)
Domenica 1 marzo, ore 15.30 – Gara II (Diretta Eurosport dalle 15.20)

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SALTO CON GLI SCI

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top