MotoGP, Maverick Vinales: “Sono pronto a lottare per il titolo, mi sento bene sotto pressione”

Maverick Vinales si sta preparando per i Test MotoGP che incominceranno domani a Sepang, lo spagnolo è molto motivato in vista di questi tre giorni in Malesia che saranno fondamentali per capire il potenziale della Yamaha e per trovare il giusto feeling con la nuova moto. L’iberico è uno degli uomini candidati a lottare con Marc Marquez per la conquista del titolo iridato e ha già firmato il rinnovo di contratto, nel 2021 sarà ancora un uomo di Iwata affiancato da Fabio Quartararo che prenderà il posto di Valentino Rossi.

Maverick Vinales ha spiegato la sua decisione di rimanere in Yamaha in un’intervista concessa a Marca: “Non è stato facile, avevo bisogno di chiarire diversi aspetti con la Yamaha, aspetti in cui non mi sentivo bene negli altri anni. La scuderia mi è stata molto vicina dopo le vacanze estive, abbiamo creato un team molto forte e questo ha pesato molto sulla decisione: ora mi piace molto correre“.

Ora il 25enne avrà sicuramente molta più pressione: “Mi sento bene con questa pressione, anzi il problema è quando non ce l’ho: non mi sento apprezzato. Se la Yamaha mi darà delle responsabilità allora è una cosa buona perché mi motiva e mi fa andare più veloce“. Inevitabile la domanda su Rossi e Quartararo: “Non penso a loro due, penso ai miei punti deboli: dobbiamo ridurli e migliorare quelli forti se vogliamo lottare per il Mondiale“.

Gli obiettivi sembrano essere molto chiari: “Questo è un buon anno per me: sono pronto a lottare per il titolo. Se la Yamaha avesse preferito che me ne andassi, me ne sarei andato. Ho sentito un buon supporto dalla squadra, sono andato in fabbrica e ho visto cose buone. Per Yamaha era importante avere un pilota che portasse avanti l’evoluzione della moto, ora abbiamo una decisione chiara e c’è anche Jorge Lorenzo che sa di cosa ha bisogno la moto. Mi hanno mostrato che volevano che io lottassi per il Mondiale“.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOGP

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Felice di essere tornato a casa: voglio aiutare la Yamaha a vincere un altro Mondiale”

Ginnastica ritmica, Alexandra Soldatova: “Non ho cercato di suicidarmi. Mi sono fatta male preparando la colazione”