Show Player

F1, Test Barcellona 2020: le pagelle della terza giornata. Mercedes paurosa, Red Bull insegue e Ferrari k.o. con l’affidabilità



La terza giornata di test a Barcellona si è conclusa con il dominio di una Mercedes sempre più impressionante ed è arrivato il momento come ogni giorno di tracciare un bilancio parziale del lavoro svolto da tutti i team sul tracciato del Montmelò. La Ferrari continua ad annaspare, frenata ancora una volta da un problema di affidabilità in mattinata, mentre la Red Bull sta lavorando egregiamente sulla lunga distanza pagando però dazio a confronto con le Frecce d’Argento. Di seguito le pagelle di questo day-3 al Montmelò:

PAGELLE DAY-3 TEST BARCELLONA F1 2020

Mercedes 9: Ennesima prova di forza disarmante di questa prima trionfale settimana di test a Barcellona. Le Frecce d’Argento, dopo aver impressionato tutti per le novità portate in pista, ha cominciato a far parlare anche il cronometro piazzando una doppietta molto significativa nel day-3 con Valtteri Bottas primo in 1’15″7 davanti a Lewis Hamilton di sette decimi. Il britannico però si è rivelato ancora il migliore del lotto sul passo.

Loading...
Loading...

Red Bull 7: Al momento il team di Milton Keynes sembrerebbe la prima alternativa allo strapotere Mercedes considerando l’evidente passo avanti messo in mostra anche quest’oggi sul piano dell’affidabilità con 169 giri complessivi percorsi (86 Verstappen, 83 Albon). Nei long-run Verstappen è stato molto costante ma ha pagato pesantemente dazio rispetto a Hamilton a parità di mescola.

Ferrari 5: Giornata complessivamente da dimenticare per la Rossa, frenata da un altro problema di affidabilità che ha costretto i meccanici di Maranello a sostituire la power-unit sulla SF1000 per permettere a Sebastian Vettel di scendere in pista nel pomeriggio. Il tedesco ha dovuto affrettare i tempi per completare il programma completando in tutto 100 giri per una 13ma piazza assoluta a 2″6 dalla vetta senza cercare la performance.

Renault 6,5: Il terzo posto di Esteban Ocon in 1’17″1 (ottenuto in mattinata con gomme C4) è indubbiamente positivo, al pari dei 169 giri completati in tutto da una Renault frenata però da un piccolo problema tecnico avvenuto nell’ultima ora della sessione pomeridiana con Daniel Ricciardo al volante.

Racing Point 7: La rivelazione n.1 di questa prima settimana di test si conferma nei piani alti della classifica anche oggi con il quarto tempo di Lance Stroll in 1’17″3 con gomme C4. La RP20 ha percorso 116 tornate senza particolari problemi di affidabilità, a conferma di un ottimo progetto tecnico.

AlphaTauri 6,5: L’ex Toro Rosso non ha ancora trovato un acuto da prima pagina, ma si sta rivelando molto regolare e stabile a centro classifica senza forzare dal punto di vista della ricerca della performance con Daniil Kvyat 6° e Pierre Gasly 9° con un totale di 121 giri all’attivo oggi.

Alfa Romeo, Williams e McLaren 6: Bilancio sufficiente in attesa di nuovi riscontri più attendibili per questi tre team. L’Alfa Romeo ha lavorato sull’affidabilità con i 152 giri di Giovinazzi senza rubare l’occhio, Williams è rimasta molto attardata col rookie Latifi e McLaren si nasconde concentrandosi esclusivamente sui long-run.

Haas 4,5: Dopo due giornate senza grandi intoppi (se non per il testacoda di Grosjean ieri pomeriggio), la vettura a stelle e strisce ha evidenziato le prime crepe quest’oggi con un testacoda di Magnussen provocato da un cedimento strutturale della sospensione anteriore destra.

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top