Show Player

Biathlon, le dichiarazioni delle azzurre. Wierer: “Contenta di essere pettorale giallo”. Vittozzi: “Ho dato il massimo, fiduciosa per le prossime gare”



Vi riportiamo le dichiarazione delle azzurre dopo la sprint femminile dei Mondiali 2020 di biathlon, in corso di svolgimento ad Anterselva. Marte Olsbu Roiseland ha conquistato il secondo oro per la Norvegia in due gare, nonostante un errore al tiro nella seconda serie. Ha sognato il metallo più prezioso la statunitense Susan Dunklee, tra le poche atlete abili a trovare lo zero, eguagliando così l’argento conquistato ad Hochfilzen nel 2017. Bronzo ancora a sorpresa per la ceca Lucie Charvatova.

Sesta posizione e migliore delle azzurre Lisa Vittozzi, con due errori commessi nella prima serie: “Ho dato il massimo, potevo sparare meglio nella prima serie ma ho spinto al 100% sugli sci. Il vento nella serie a terra era difficile da interpretare e quindi ho avuto delle difficoltà, sono riuscita a reagire per chiudere una bella gara. Mi sentivo molto bene sugli sci e sono positiva per il prosieguo del Mondiale e per l’inseguimento dove sono molto fiduciosa: l’importante è dimostrare anche a me stessa di poter stare con le migliori al mondo e sono veramente orgogliosa”.

Loading...
Loading...

Grazie al settimo posto di oggi e alla debacle al tiro di Tiril Eckhoff, ritorna in testa alla classifica generale Dorothea Wierer nonostante un errore commesso per serie: “Non mi aspettavo molto da questa gara anche perché sono andata a letto a mezzanotte dopo la premiazione e le interviste per la medaglia della mista. Ho sentito un po’ la stanchezza oggi e nella serie a terra non sapevo se dare tacche o meno perché il vento girava da un colpo all’altro. In piedi mi è scappato il primo colpo, le gambe erano davvero dure ma le condizioni erano difficili per tutte, sugli sci ho fatto fatica con la neve così lucida. Sono molto contenta di poter partire domenica nell’inseguimento con il pettorale giallo, sarà un momento molto emozionante davanti al pubblico di casa. Ho bisogno di un giorno di riposo per ricaricare le pile e ripartire al meglio per le prossime gare”.

Chiude appena fuori dalla zona punti Federica Sanfilippo, 45ma a 1.43 con tre errori complessivi: “Peccato per un errore di troppo in piedi, perché altrimenti avrei ottenuto un bel risultato. Sugli sci sono abbastanza soddisfatta della mia gara perché non era facile gestire la pista così lucida, in piedi ho sparato con fatica con gambe davvero dure. Poteva andar meglio ma non sono così dispiaciuta”.  

Non sarà della partita nell’inseguimento Michela Carrara, che ha chiuso in 67ma posizione con tre errori il suo esordio ai Campionati Mondiali: “Non sono sicuramente soddisfatta, ho fatto davvero fatica sia sugli sci che al poligono e non sono riuscita a centrare il mio obiettivo personale di poter partire nell’inseguimento, una gara per me non positiva. La neve era davvero lucidissima e si faceva fatica a stare in piedi”.

nicolo.persico@oasport.it

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federico Angiolini

Loading...

One Reply to “Biathlon, le dichiarazioni delle azzurre. Wierer: “Contenta di essere pettorale giallo”. Vittozzi: “Ho dato il massimo, fiduciosa per le prossime gare””

  1. Fabio90 ha detto:

    Gara oltremodo positiva per la Coppa del Mondo…bene cosi. Per le medaglie è sempre complicato, anche quando si è tra le favorite…nell’inseguimento da una parte ci sono ottime possibilità..dall’altra Olsbu può dare un altra mazzata.
    Ma…sempre parlando di coppa del mondo, salvo catastrofi Wierer dovrebbe guadagnare tanto ancora su Echkoff, mentre con Oeberg se la gioca, e infine Olsbu potrebbe guadagnare ancora ed essere a quel punto lei tra le favorite in assoluto..davvero gran battaglia.

Lascia un commento

scroll to top