Show Player

Basket: Italia, Spissu e Ricci governano la nave. Russia battuta all’esordio nelle qualificazioni agli Europei 2021



Prima partita e prima vittoria per l’Italia nelle qualificazioni agli Europei 2021, cui la nostra Nazionale è già qualificata perché ne ospita un girone. Gli azzurri di coach Meo Sacchetti battono con pieno merito la Russia per 83-64, allargando il divario nella seconda metà di gara e soprattutto nel finale. Eccellente prova di Marco Spissu, in doppia doppia con 10 punti e 10 assist, e grande solidità anche di Giampaolo Ricci con 19 punti, oltre che di Michele Vitali con 15 e tante cose che le statistiche non dicono. In doppia cifra anche Simone Fontecchio con 10 punti. Per la squadra allenata da Sergey Bazarevich 17 punti di Dmitry Kulagin, 14 di Pavel Antipov e 10 a testa di Vladimir Ivlev e 6 di Grigory Motovilov.

Inizio di maggior qualità per la Russia, con Fridzon, Kulagin e Ivlev che spingono sull’acceleratore e trovano molte soluzioni vicino a canestro: meno di quattro minuti, e sul 4-11 Sacchetti deve già chiamare time out. Gli azzurri rispondono con tanta buona circolazione e un buon funzionamento dell’asse Spissu-Tessitori: ne nasce un parziale di 13-2 in cui il play di Sassari e il centro di Treviso lanciano Fontecchio e due triple di Ricci, che obbligano Bazarevich a rifletterci su con i suoi giocatori per un minuto. Sacchetti cambia, Michele Vitali a parte, tutto il quintetto, facendo esordire Akele, Bortolani, Ruzzier e Baldi Rossi; inizialmente i russi tornano avanti con Kulagin che si prende tutta la linea di fondo, poi nella battaglia da oltre l’arco l’ultima parola ce l’ha Ruzzier: 26-24.

Loading...
Loading...

Con l’inizio del secondo periodo comincia anche l’avventura di Matteo Spagnolo con la Nazionale maggiore. Il giovane di scuola Stella Azzurra, terzo più giovane esordiente di sempre (17 anni, 1 mese e 14 giorni) per l’Italia dopo Vinicio Nesti e Dino Meneghin, mostra qualche bel lampo, lotta e fa girar bene palla, ma nel frattempo il solo a segnare due punti, nei primi quattro minuti, è Baldi Rossi. In generale, per molto tempo è la scarsa lucidità su entrambi i fronti a regnare sovrana. Qualcosa di migliore si rivede negli ultimi 120 secondi, ed è l’Italia a trovare un parziale di 6-0 con le triple di Akele e Fontecchio: all’intervallo il tabellone del PalaBarbuto dice 41-33.

Gli azzurri rientrano in campo col piede sull’acceleratore, toccando il +13 con Ricci e Tessitori. La Russia resta a contatto, ma fatica, perché gli azzurri riescono a giocare bene con più di un quintetto e in generale concede, per un po’, soltanto conclusioni da tre a Kulagin e Antipov. Gli uomini di coach Sacchetti si fanno orchestrare benissimo da Spissu, il cui elemento è esattamente lo stesso, piacevole, che si vede a Sassari, ma anche Tessitori ci mette del suo con intensità sotto canestro e una stoppata recapitata a Kulagin. I russi riescono, dopo qualche minuto di pochi canestri, a risalire sul -8 (59-51) con Zakharov da oltre l’arco; alle sue mani sarebbe affidata anche la conclusione del -5, fallita. Ci pensa allora Spagnolo, quasi allo scadere, a prendersi la penetrazione dal lato destro, segnare con la lacrima, subire il fallo di Motovilov e mandare a bersaglio il libero aggiuntivo: il 62-51 sul quale si entra negli ultimi dieci minuti è merito suo.

Ricci e Spissu, nel frattempo tornato per gestire di esperienza le fasi decisive insieme a Ruzzier, segnano i punti che lasciano l’Italia in zona di sicurezza (66-55), ma quel che conta ancor di più è che Vitali gioca bene là dove le statistiche non sono spesso generose, cioè in difesa e nelle letture. Tornano a scarseggiare i canestri, il che va per lungo tempo solo a vantaggio dell’Italia: Ricci, Vitali e Ruzzier tengono a debita distanza gli ospiti con i canestri che guidano la Nazionale azzurra sul 74-61 a poco meno di due minuti dalla fine. Sacchetti rimette in campo sia Spagnolo che Giordano Bortolani, ed è proprio quest’ultimo a realizzare i primi tre punti in azzurro dall’angolo che chiudono anche l’incontro sul massimo vantaggio azzurro: 83-64.

ITALIA-RUSSIA 83-64 (26-24, 41-33, 62-51)

ITALIA – Spissu 10, Fontecchio 10, Tessitori 6, Ricci 19, Spagnolo 3, Bortolani 3, Baldi Rossi 7, Ruzzier 7, Tambone, Vitali 15, Totè ne, Akele 3. All. Sacchetti

RUSSIA – Sopin, Baburin, Zakharov 6, Motovilov 10, Fridzon 6, Ivlev 10, Srebkov, Ilnitskiy, Kulagin 17, Valiev 1, Antipov 14, Klimenko. All. Bazarevich

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top