Seguici su

Snowboard

Snowboard cross: Michela Moioli, Raffaella Brutto e Matteo Menconi in evidenza nelle qualificazioni a Big White in Coppa del Mondo 2020

Pubblicato

il

Buoni risultati arrivano dai portacolori italiani nelle qualificazioni della tappa di Coppa del Mondo a Big White, in Canada, dove il mondo dello snowboard cross si fermerà fino a domenica. Su un totale di dieci iscritti del nostro Paese, infatti, sono in nove quelli che sono riusciti a far segnare tempi validi per l’ingresso nelle gare di domani.

Tra le donne, si qualificano senza problemi, e direttamente nella prima run, sia Raffaella Brutto che Michela Moioli, in questo ordine, poiché chiudono seconda e terza, rispettivamente con i tempi di 1’16″98 e 1’17″32, dietro soltanto alla francese Nelly Moenne Loccoz (1’16″86). Dietro di loro la ceca Eva Samkova (1’17″54), la svizzera Lara Casanova (1’17″89) e poi la terza italiana, Sofia Belingheri (1’17″98), che completa dunque il quadro delle ammesse azzurre senza nemmeno dover passare dalla seconda run.

Al maschile, invece, dove comandano lo spagnolo Lucas Eguibar e il tedesco Martin Noerl, divisi da due centesimi (1’13″57 contro 1’13″59), il terzo posto è proprietà di Matteo Menconi in 1’13″78 davanti agli austriaci Jakob Dusek e Alessandro Haemmerle (1’13″80 e 1’13″81). In una classifica fino alla settima posizione davvero tiratissima, riescono a inserirsi al sesto e all’ottavo posto Emanuel Perathoner (1’13″90) e Omar Visintin (1’14″54). Un quarto azzurro passa direttamente dalla prima run, ed è Filippo Ferrari, tredicesimo in 1’15″12. Dalla seconda run, invece, passano Lorenzo Sommariva (col miglior tempo, 1’12″25) e Michele Godino (1’14″66). Fuori invece Tommaso Leoni, che dopo il tempo di 1’16″40 nella prima run non ha terminato la seconda.

[sc name=”banner-article”]

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Marco Tacca/ Pentaphoto

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *