Salto con gli sci, Eva Pinkelnig vince ancora a Zao e va a un punto da Maren Lundby in Coppa del Mondo 2020. Lara Malsiner ottima decima

Ancora Eva Pinkelnig: l’austriaca non si ferma più e vince per la terza volta consecutiva in Coppa del Mondo di salto con gli sci femminile sul trampolino normale di Zao, rivelandosi l’assoluta dominatrice del Giappone prima del ritorno in Europa, a Rasnov, la prossima settimana. Per la nativa di Dornbirn il successo arriva con due salti da 99 e 95 metri per 114.6 e 111.9 punti, per un totale di 226.5 che la colloca davanti alla connazionale Chiara Hoelzl, che aveva vinto le qualificazioni. Quest’ultima rimane staccata di 1.8 punti, dopo aver vinto il salto di qualificazione e terminato quelli di gara a 97.5 metri con punteggi di 113.5 e 111.2. Terza la norvegese Maren Lundby, che mantiene la leadership di Coppa per un punto: arriva fino a 92 e 92.5 metri rispettivamente, totalizzando 105.8 e 107.3 punti per un computo complessivo di 213.1.

Quarta posizione per la gloria di casa, Sara Takanashi, a 206.9 come frutto dei salti da 92.5 e 90.5 metri che le valgono 104.5 e 102.4 punti. Quinto e sesto posto per le due tedesche più quotate, Katharina Althaus e Juliane Seyfarth, che concludono rispettivamente a quota 202.1 (93 e 89 metri, 102.4 e 99.7 punti) e con 198.8 (94.5 e 92.5 metri, 99.8 e 99 punti). Settima l’austriaca Marita Kramer, a otto decimi da Seyfarth con i suoi due salti da 87.5 e 93.5 metri per 93 e 105 punti; il secondo, in particolare, le consente di risalire dalla decima posizione. Ottava la slovena Nina Kriznar a 197.7, con salti davvero molto simili (92 metri per entrambi, 99 e 98.7 i punti), mentre è nona la quarta austriaca nelle prime 10, Daniela Iraschko-Stolz, che rimonta dal 15° posto passando da 88 a 91 metri e guadagnando rispettivamente 89.5 e 97.9 punti.

Le buone notizie per l’Italia arrivano da Lara Malsiner: la diciannovenne s’issa fino al decimo posto, ed è in top ten per la settima volta in poco più di due anni nella sua ancor giovane carriera. Per lei due salti non dissimili, almeno per le misure di 89 e 89.5 metri, che le valgono 89.9 e 96.9 punti per un totale di 186.8. Resta ferma alla prima serie, invece, la sorella Manuela, che sta vivendo l’anno del ritorno sui trampolini dopo il tremendo infortunio con rottura di crociato, menisco e collaterale interno che l’ha costretta a saltare tutta la scorsa stagione. Per lei 34° punteggio a quota 60 con un salto di 73 metri. Dopo una buona qualificazione, invece, stecca la prima serie Elena Runggaldier, a 70 metri e 53 punti: 39° posto. Fuori proprio nel salto di qualificazione Martina Ambrosi, la più giovane delle azzurre presenti (19 anni il 7 aprile), che con 69.5 metri arriva a realizzare 45.7 punti.

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse / Olycom

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Australian Open 2020, gli avversari degli italiani di lunedì 20 gennaio. Un qualificato per Sinner, Fognini sfida il bombardiere Opelka

Sci alpino, Marta Bassino ottima quarta nelle qualifiche del parallelo di Sestriere 2020. Passano anche Goggia, Brignone e Pirovano