Dakar 2020, risultato quinta tappa moto: Toby Price vince davanti a Quintanilla e si avvicina a Brabec nella generale

Secondo successo di tappa alla Dakar 2020 nella categoria moto per Toby Price, il quale si è imposto nella Al Ula-Ha’il da 563 chilometri complessivi di cui ben 353 di prova speciale. Il centauro australiano della KTM, due volte vincitore della Maratona del Deserto e campione in carica, ha costruito il successo odierno nella prima parte della frazione andando a guadagnare terreno su tutti per poi limitarsi a gestire la situazione negli ultimi 100 chilometri in cui si è andato a formare un gruppetto di cinque piloti sul percorso.

Già perché Price, partito per sesto dallo start di Al Ula un quarto d’ora dopo il cileno Cornejo Florimo (trionfatore dell’ultima stage), è riuscito a raggiungere uno dopo l’altro tutti i suoi avversari sul tracciato grazie ad un ritmo strepitoso scemato un po’ negli ultimi due settori della prova proprio a causa dello scenario tattico di gara andatosi a creare. Uno dei beneficiari di questo parziale rallentamento è stato il cileno Pablo Quintanilla (Husqvarna), secondo classificato al traguardo con un ritardo di 1’12” dalla vetta dopo essere passato al rilevamento del km 303 a 2’28” dal miglior tempo di Price.

Primo podio di tappa in questa Dakar per lo statunitense Andrew Short (Husqvarna), capace di sfruttare al meglio il punto di riferimento visivo sul percorso del compagno di squadra Quintanilla (partito un minuto dopo) per giungere all’arrivo di Ha’il in terza posizione a 2’31” dalla testa. Giornata positiva per il leader della generale Ricky Brabec, quarto a 3’03” dal vincitore odierno Price dopo essere stato raggiunto da quest’ultimo nel corso della tappa.

Lo statunitense della Honda è stato in grado di rimanere a contatto con lo scatenato australiano nel finale limitando i danni e conservando il comando del rally con 9’06” di margine sullo stesso Price e 11’32” sull’argentino Kevin Benavides (oggi 9° a 12’05”). Completa la top5 di giornata l’austriaco Matthias Walkner, staccato di 6’54” in sella alla KTM, mentre a partire dalla sesta piazza dello spagnolo Joan Barreda i distacchi superano addirittura i 9 minuti. Purtroppo c’è da registrare il clamoroso ritiro dalla corsa del britannico Sam Sunderland, vincitore della Dakar nel 2017 e sesto in classifica con la KTM alla vigilia della quinta frazione, infortunatosi alla schiena e alla spalla sinistra in seguito ad una brutta caduta.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SULLA DAKAR

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pattinaggio artistico, Europei 2020: l’Italia agguerrita punta su Matteo Rizzo e Daniel Grassl

Classifica Dakar 2020, Moto: Ricky Brabec sempre in vetta, Price è secondo a 9 minuti