Ciclismo, Chris Froome al Giro d’Italia? Ipotesi da non scartare, possibile Geraint Thomas: i piani del Team Ineos

Chris Froome tornerà in gara dopo otto mesi dall’incredibile incidente al Giro del Delfinato in cui si procurò fratture multiple rischiando anche la vita. Il britannico si rimetterà il numero sulla schiena in occasione dell’UAE Tour, piccola corsa a tappe in programma dal 23 al 29 febbraio negli Emirati Arabi Uniti: la kermesse nel deserto sarà l’occasione per vedere all’opera il quattro volte vincitore del Tour de France che si rimette in gioco dopo che a inizio gennaio aveva abbandonato il ritiro di Maiorca perché non ancora al top della forma.

L’alfiere del Team Ineos ha già messo nel mirino la Grande Boucle, indossare la maglia gialla per la quinta volta in carriera è uno dei sogni del keniano bianco anche se sulla sua reale condizione di forma ci sono tutti i dubbi della squadra britannica che proprio a causa di queste incognite ha deciso di rivalutare la distribuzione dei capitani nei vari appuntamenti di punta: Egan Bernal e Geraint Thomas al Tour de France, Richard Carapaz al Giro d’Italia.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, però, ci potrebbero essere dei cambiamenti: se Froome dovesse garantire un elevato rendimento allora non è così scontato che venga confermata la citata line-up. Si parla infatti della possibile presenza di Geraint Thomas alla Corsa Rosa ma attenzione perché se fosse lo stesso Froome ad avere bisogno del Giro per completare l’avvicinamento al Tour? Ne sapremo di più nei prossimi mesi.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vela, Gabrio Zandonà: “Le ragazze si stanno divertendo, Berta e Caruso hanno fatto il loro”

Combinata nordica, Coppa del Mondo Oberstdorf 2020: Jarl Magnus Riiber nella “tana del lupo”