Biathlon, in campo maschile a Oberhof si cerca di un nuovo padrone. Hofer e Windisch a caccia di un risultato di peso nella Sprint

Venti giorni dopo le fatiche di Le Grand Bornand la stagione 2019/2020 del biathlon riparte dalla Germania. Ci si sposta in Turingia verso una delle classiche del calendario, Oberhof, che ha esordito nel 1991 ed è diventata da vent’anni a questa parte un appuntamento fisso delle prime settimane di gennaio. Un mese ricco di azione, il primo di questo 2020, che si sposterà poi in Baviera a Ruhpolding e infine in Slovenia a Pokljuka per chiudere il trittico di preparazione agli ormai imminenti Mondiali di Anterselva.

Per il settore maschile queste tre tappe saranno davvero fondamentali sotto tutti i punti di vista. Il leader della classifica generale e assoluto dominatore dell’ultima stagione e mezza, il norvegese Johannes Bø, è stato costretto ad una sosta forzata per l’attesa della nascita del figlio e potrebbe restare fermo per tutte e tre le settimane. Inutile dire che questo rappresenta dunque un terreno di caccia molto succoso e favorevole per tutti i suoi avversari, che proveranno a racimolare più punti possibili per sopravanzarlo e distanziarlo in maniera sufficiente per provare a conquistare la Sfera di cristallo a marzo.

Tra gli atleti in gara il più vincente qui è naturalmente il francese Martin Fourcade, trionfatore per ben sei volte e chiamato ad una reazione d’orgoglio dopo un paio di tappe sotto tono. La località della Turingia è favorevole anche a Tarjei Bø, impostosi per ben due volte nel 2011 (anno della conquista della sua prima e unica Coppa del mondo) proprio nella Sprint e nella Mass, gli stessi due format che sono in programma quest’anno. Molto affamati saranno anche gli altri francesi, Quentin Fillon Maillet, Simon Desthieux e la rivelazione dell’inverno Emilien Jaquelin, mai saliti però sul podio qui fino ad ora.

Chi si è sempre trovato bene sulle nevi di casa è Arnd Peiffer, che può vantare un successo e altri tre secondi posti, e potrebbe essere davvero lui il jolly della settimana se la forma sugli sci lo sosterrà. Grandissima attenzione sarà infine sui russi Alexander Loginov e Matvey Eliseev, pronti a tornare ai vertici dopo il disastro inspiegabile nel fondo dell’intero weekend francese.

L’incertezza e lo spazio lasciato libero da Bø potrebbe aprire la porta anche per le sorprese, soprattutto in chiave podio, ed ecco allora che i nostri due alfieri Lukas Hofer e Dominik Windisch possono avere la grande chance di giocarsi un risultato di peso. La condizione (in particolare del trentenne di San Lorenzo di Sebato) è eccellente e in un poligono estremamente complicato come quello di Oberhof sarà fondamentale trovare ottime percentuali per ottenere automaticamente ottimi piazzamenti. Confermatissimo Thomas Bormolini mentre non è ancora pronto al rientro Giuseppe Montello, infortunatosi alla spalla durante una caduta ad Östersund. Accanto ai tre pilastri avremo due volti nuovi, Saverio Zini e Thierry Chenal. Il ventisettenne valdostano torna ai piani alti per la prima volta dallo scorso Mondiale svedese mentre per il classe 1995 livignasco (Staffetta di Hochfilzen a parte, quando era stato chiamato al volo per sostituire Hofer) è un ritorno atteso da oltre un anno, dalla prima tappa della scorsa stagione. Daniele Cappellari è stato colpito da un malanno stagionale ed è rimasto a riposo precauzionale, ma tornerà della partita per Ruhpolding.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL BIATHLON

michele.brugnara@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
riax
riax
1 anno fa

centrato il RISULTATO PESANTE !!!! :):):),…. DI SQUADRA !

Ciclismo, Remco Evenepoel: “L’oro Olimpico sarebbe la più grande soddisfazione della mia carriera”

Tennis, Australian Open 2020: assegnate le wild card. Spiccano i nomi di Sharapova e Rodionova