Show Player

Basket, la Virtus Bologna sbanca Trento e si laurea campione d’inverno. Olimpia Milano sconfitta in casa da Cantù



È un pomeriggio ricco di emozioni quello della Serie A 2019-2020. La Virtus Bologna sbanca Trento grazie a uno strepitoso Milos Teodosic e si laurea campione d’inverno, mentre l’Olimpia Milano viene sconfitta al Forum nel derby lombardo contro Cantù. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto successo nei due match.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – S.BERNARDO-CINELANDIA CANTÙ 83-89 (19-22, 17-26, 26-13, 21-28)
Sorpresa al Mediolanum Forum dove Cantù mette in campo una prestazione da incorniciare e vince il derby lombardo contro l’Olimpia Milano per 83-89. La formazione allenata da Cesare Pancotto approccia il match nel migliore dei modi, giocando senza timore e attaccando il ferro con continuità, in particolare con Hayes, che prova subito a dettare legge sotto canestro. Milano risponde colpo su colpo, soprattutto grazie all’ottima vena realizzativa di Micov: la situazione di equilibrio a fine primo quarto viene spezzata soltanto dalla tripla dell’ex La Torre nei secondi finali (19-22). Il secondo periodo è letteralmente entusiasmante per Cantù, che vede salire in cattedra Clark e l’altro ex Ragland e allunga in maniera imperiosa, chiudendo il primo tempo in vantaggio di dodici lunghezze (36-48). Un elemento chiave del dominio canturino è il tiro da tre punti: nel secondo parziale 5/7 per gli ospiti, 0/7 per l’Olimpia. La musica cambia completamente nel terzo quarto. La squadra di Ettore Messina, infatti, rientra in campo con tutt’altro spirito e le bastano soltanto 3’50” per rimettere le cose a posto: Scola è indemoniato e conduce i suoi a un parziale di 14-2, che vale la parità sul 50-50. L’Olimpia completa la rimonta poco dopo, quando Micov manda a bersaglio la tripla del sorpasso. È la sveglia per Cantù, che da questo istante ricomincia a giocare e rimane punto a punto con i meneghini: 62-61 a 10′ dal termine. L’ultima frazione è uno spettacolo per gli occhi: Scola è incontenibile e Cinciarini è un cecchino dall’arco, ma i canturini non ne vogliono sapere di mollare e si riportano in vantaggio a 1’20” dalla fine grazie a due giocate di Pecchia (83-84). Milano affida le ultime speranze a Rodriguez, ma il Chacho conferma una serata assolutamente negativa e sbaglia l’ennesimo tiro da tre: Cantù sbanca il capoluogo lombardo per 83-89.
TOP SCORERS:
MILANO – Scola 21, Micov 20
CANTÙ – Clark 21, Hayes 15, Burnell 14

Loading...
Loading...

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 77-83 (17-21, 8-21, 25-13, 27-28)
La Virtus Bologna espugna Trento con il punteggio di 77-83 grazie a un fenomenale Milos Teodosic e riconquista la vetta della classifica in solitaria, staccando la Dinamo Sassari e conquistando il “titolo” di campione d’inverno. L’inizio del match sorride all’Aquila, che cavalca l’ottimo impatto di Kelly per portarsi subito sul 12-6. Ma è soltanto un fuoco di paglia, perché da questo momento in poi la capolista cambia passo, alzando il livello di intensità difensiva e trovando qualche risposta positiva con il tiro dalla lunga distanza: a chiudere il primo quarto in vantaggio sono dunque le V nere (17-21). La squadra di Aleksandar Djordjevic scava il solco già nel corso del secondo periodo: il merito è soprattutto di una difesa imperforabile, che concede a Trento soltanto 8 punti e permette a Teodosic e compagni di volare sul +17 a fine primo tempo (25-42). La situazione si ribalta nella terza frazione di gioco: i trentini iniziano a martellare con continuità dalla linea dei tre punti, in particolare con un Blackmon in grande spolvero, e infilano un parziale di 10-0 che li riporta improvvisamente a contatto (50-55 a 10′ dal termine). L’Aquila è trascinata dall’energia della BLM Group Arena e completa la rimonta con la poderosa schiacciata di Knox a inizio ultimo quarto (56-55). Il sodalizio di Bologna nel momento più critico si affida alla fisicità di Gamble, che tocca il massimo di punti segnati in Serie A, e alla classe di Teodosic, che manda a bersaglio tre triple pesantissime prendendo per mano i compagni. Gentile non ci sta e risponde al serbo colpo su colpo, tenendo Trento in partita fino alla fine, ma è la Virtus a portare a casa il match: 77-83 il risultato finale.
TOP SCORERS:
TRENTO – Gentile 22, Blackmon 13, Kelly 12
VIRTUS BOLOGNA – Teodosic 30, Gamble 19, Weems 15

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top