Basket, Eurolega 2020: i risultati del 17 gennaio. Anadolu Efes a valanga, vincono anche Cska Mosca e Panathinaikos



Si sono appena conclusi i sei match in programma nella serata odierna per la ventesima giornata di Eurolega 2019-2020. L’Anadolu Efes Istanbul si conferma sempre più leader della competizione, travolgendo l’ASVEL, mentre il CSKA Mosca e il Panathinaikos superano rispettivamente Baskonia e Zalgiris Kaunas; vincono anche Valencia, Olympiacos e Alba Berlino. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto in questa serata di grande pallacanestro europea.

ZENIT SAN PIETROBURGO-VALENCIA 81-86 (16-20, 26-26, 9-17, 30-23)
Altra vittoria preziosissima in chiave playoff per il Valencia, che bissa il successo ottenuto martedì in casa del Khimki e conclude così la doppia trasferta russa con il bottino pieno; si interrompe, invece, la striscia positiva dello Zenit, che resta all’ultimo posto in classifica. Decisivo il terzo periodo, nel quale i russi segnano soltanto 9 punti e perdono contatto con gli spagnoli: non basta ai padroni di casa un ottimo ultimo quarto, in cui pagano nel finale lo sforzo fatto per recuperare fino al 74-74.
TOP SCORERS:
ZENIT – Albicy 18, Zubkov 13
VALENCIA – Marinkovic 14, Motum 12, Ndour 11, Doornekamp 11

Loading...
Loading...

CSKA MOSCA-BASKONIA 94-90 (27-25, 25-21, 23-12, 19-32)
Il Cska Mosca batte a domicilio il Baskonia e risponde a Barcellona e Maccabi Tel Aviv, puntualmente riagganciate al terzo posto in classifica. Solita partita da top scorer per Mike James, che trascina i propri compagni alla vittoria: il playmaker ex Milano mette a referto 33 punti, facendo registrare un ottimo 5/9 al tiro dall’arco e conquistandosi numerosi viaggi in lunetta (12/14 ai liberi). I baschi, sprofondati sul -17 a fine terzo periodo, riescono a rendere meno amaro il passivo negli ultimi minuti di gioco approfittando di un calo mentale dei russi.
TOP SCORERS:
CSKA – James 33, Hilliard 14
BASKONIA – Fall 19, Henry 18, Janning 12

ANADOLU EFES ISTANBUL-ASVEL VILLEURBANNE 101-74 (35-22, 25-23, 21-18, 20-11)
Alla Sinan Erdem Dome di Istanbul va in scena una partita senza storia: la valanga Efes travolge l’ASVEL, che non può assolutamente nulla dinanzi allo strapotere turco. La capolista, caricata a mille dalla sconfitta di ieri del Real Madrid sul campo del Khimki, non si lascia scappare l’occasione di allungare ulteriormente in classifica e lo dimostra fin dal principio: il dominio totale della squadra allenata da Ergin Ataman è evidenziato anche dal fatto che vince ogni singolo quarto del match. Come al solito, a recitare il ruolo di primattore è Shane Larkin, che conclude la propria gara con 29 punti (ottimo 9/13 dal campo), 7 assist e 6 rimbalzi.
TOP SCORERS:
EFES – Larkin 29, Beaubois 14, Sanli 13
ASVEL – Noua 16, Payne 12, Jean-Charles 12

STELLA ROSSA-ALBA BERLINO 85-94 dopo OT (22-21, 21-18, 19-23, 17-17, 6-15)
Colpo grosso dell’Alba Berlino che conferma l’ottimo momento di forma e, dopo aver espugnato il campo dell’Olympiacos, va a sbancare anche la caldissima Stark Arena di Belgrado. Il match, giocato punto a punto dall’inizio alla fine, si decide soltanto dopo un tempo supplementare, nel quale il team tedesco fa la voce grossa coronando così una prestazione di alto livello. Sconfitta pesante per la Stella Rossa, che con un successo avrebbe potuto agganciare l’Olimpia Milano all’ottavo posto, l’ultimo utile per accedere ai playoff.
TOP SCORERS:
STELLA ROSSA – Punter 24, Brown 12, Stimac 12
ALBA BERLINO – Sikma 15, Siva 15, Hermannsson 13, Nnoko 12

OLYMPIACOS-BAYERN MONACO 89-72 (17-14, 20-18, 17-21, 35-19)
Vittoria importante per l’Olympiacos che al Peace and Friendship Stadium regola il Bayern Monaco e aggiorna così il suo bilancio a 8-12, tenendo vive le speranze playoff. Notte fonda, invece, per i tedeschi, giunti alla quinta sconfitta consecutiva e precipitati all’ultimo posto in classifica, in compagnia di Zenit e Zalgiris. L’incontro resta in equilibrio fino all’ultimo periodo di gioco, durante il quale la formazione greca mette la freccia e distacca il Bayern regalandosi così un finale tranquillo.
TOP SCORERS:
OLYMPIACOS – Vezenkov 20, Rubit 14
BAYERN – Lucic 15, Bray 15

PANATHINAIKOS-ZALGIRIS KAUNAS 96-94 (18-27, 28-22, 25-17, 25-28)
Il Panathinaikos sconfigge a domicilio lo Zalgiris Kaunas e consolida la sesta posizione in classifica. Ad Atene va in scena una partita estremamente godibile, caratterizzata da ribaltamenti di fronte e da un certo equilibrio. A partire meglio sono i lituani, che chiudono il primo quarto avanti di nove punti, ma i greci non hanno alcuna intenzione di perdere il match e iniziano la propria graduale e paziente rincorsa, culminata con il primo vantaggio interno della gara a 3’53” dalla fine del terzo periodo (61-59). La formazione di coach Pitino riesce anche ad allungare nel corso dell’ultima frazione di gioco, ma lo Zalgiris non demorde e rimane vivo fino agli ultimi secondi uscendo dal campo con onore.
TOP SCORERS:
PANATHINAIKOS – Rice 20, Thomas 16, Calathes 14
ZALGIRIS – Walkup 16, Lekavicius 16, Rivers 13

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top