Show Player

Sci alpino, Sofia Goggia sesta nella discesa di Lake Louise. Ester Ledecka fa la storia, nona Nicol Delago



Ester Ledecka ce l’ha insegnato a Pyeongchang 2018: bisogna sempre fare i conti con lei, anche se parte con pettorali alti e non viene quasi mai inserita nel novero delle favorite. La ceca, infatti, ha sorpreso tutti e ha vinto la prima discesa libera di Lake Louise, Canada, valevole per la Coppa del Mondo 2019-2020 di sci alpino. Un successo storico sia per lei, dato che non era nemmeno mai salita sul podio in carriera (ricordiamo che la nativa di Praga arriva dallo snowboard) sia per la Repubblica Ceca, che non aveva mai conquistato una vittoria al femminile.

La gara, rinviata di un’ora e mezza rispetto all’orario inizialmente previsto per colpa di una fitta nevicata, si è disputata accorciata e in condizioni complicate, con visibilità non perfetta e precipitazioni costanti. La tracciatura sulla Men’s Olympic Downhill ha alternato tratti veloci e curve da non sbagliare con alcuni punti come la celebre curva Fishnet nella quale era vietato commettere il minimo errore di linea.

Loading...
Loading...

Ester Ledecka, quindi, ha lasciato nuovamente tutti a bocca aperta. Scattata dal cancelletto con il pettorale numero 26 sfrutta un momento di visibilità ideale e scende, come suo solito, a tutta, sfruttando una velocità innata. Prova maiuscola, stilisticamente rivedibile, ma con una efficacia eccezionale. Tempo conclusivo di 1:31.87 con ben 35 centesimi di vantaggio sulla svizzera Corinne Suter che stava già cullando a sua volta il sogno del primo successo in carriera dopo una prova di altissimo livello. Completa il podio l’austriaca Stephanie Venier a 66 centesimi che, dopo una prima metà di tracciato non impeccabile, è stata brava a cambiare marcia nel tratto di scorrevolezza recuperando qualche decimo importante.

Alle sue spalle a 66 centesimi quarte a pari merito la tedesca Viktoria Rebensburg e l’austriaca Nina Ortlieb che, a sua volta, ha la fortuna di scendere nel momento migliore della giornata per dare il proprio meglio. Sesta a 69 centesimi la nostra Sofia Goggia che si deve accontentare di questa posizione dopo una prova senza errori, ma con una unica sbavatura nella quale ha perso il controllo degli sci per un istante ma, contemporaneamente, un paio di decimi che ha trascinato fino al traguardo.

Settima posizione per l’austriaca Nicole Schmidhofer che dopo tre quarti di discesa a livelli strepitosi, incredibilmente lascia sulla neve decimi pesanti nel finale e chiude a 74 centesimi dalla vittoria. Ottava posizione, quindi, per la tedesca Kira Weidle a 82 centesimi, davanti alla nostra Nicol Delago che si mangia le mani per aver lasciato ben mezzo secondo nel solo primo tratto della pista, chiudendo a 94 centesimi dalla vetta. Decima posizione per Mikaela Shiffrin che scende in maniera troppo precisa nella prima parte, per poi risalire parzialmente negli ultimi metri ma accumulando comunque un gap di 96 centesimi. 11esimo posto, infine, per la dominatrice delle due prove disputate nei giorni scorsi, la norvegese Kajsa Vickhoff Lie che chiude a 1.18.

Le altre italiane: 18esimo posto per Elena Curtoni a 1.91, quindi 25esima Francesca Marsaglia a 2.35, mentre chiude oltre la 30esima posizione Nadia Delago a 2.59. Non ha preso il via, invece, Federica Brignone.

 



alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:  shutterstock

Loading...

Lascia un commento

scroll to top