Pattinaggio artistico, Campionati Nazionali Giapponesi 2019: Rika Kihira si impone dopo lo short, secondo posto per Satoko Miyahara

Grande spettacolo alla Yoyogi National Gymnasium di Tokyo, impianto sportivo sito nel quartiere di Shibuya teatro questa settimana dei Campionati Nazionali Giapponesi di pattinaggio di figura.

Nella prima giornata, dedicata allo short program individuale femminile, protagonista è stata la favorita Rika Kihira; la nativa di Nishinomiya è stata autrice di una performance leggermente sottotono, contrassegnata da un errore nel triplo axel, arrivato in modo falloso con step out e mano sul ghiaccio. Completando i restanti due salti pianificati, la combinazione triplo flip/triplo toeloop e il triplo rittberger, con il miglior tecnico l’allieva di Mie Hamada ha raccolto nel segmento 73.98 (39.35 34.63).

Staccata di tre lunghezze si è piazzata al posto d’onore provvisorio Satoko Miyahara che, malgrado la scarsa qualità tecnica sfoggiata, caratterizzata dai soliti problemi di rotazione in particolare nel triplo toeloop combinato con il triplo lutz e nel triplo rittberger, ha guadagnato punti preziosi grazie al miglior riscontro sulle componenti del programma, ottenendo 70.11 (33.88, 36.23) precedendo le vicinissime Kaori Sakamoto, in questo momento al terzo posto con 69.95 (35.03, 34.92) e Wakaba Higuchi, artefice di una prestazione incoraggiante valutata 68.10 (34.30, 33.80), depotenziata da una chiamata not clear edge nel triplo flip.

Da menzionare anche la prova dell’unica coppia d’artistico della rassegna, Riku Miura-Ryichi Kihara, i quali hanno guadagnato nello short un punteggio di 53.95 (28.95, 27.00), viziando il segmento con due cadute, rispettivamente nel triplo lutz lanciato e nel triplo toeloop in parallelo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: International Skating Union (Figure Skating, free editorial use)

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis: Matteo Berrettini salta l’ATP Cup per un problema agli addominali, esordio stagionale rimandato agli Australian Open

LIVE Snowboard, PGS Carezza 2019 in DIRETTA: gara cancellata! La neve non ha retto alle alte temperature sfaldandosi