Nuoto, Campionati italiani 2019: sei uomini sotto l’1’48” nei 200 sl. Una profondità che fa ben sperare in ottica 4×200 sl olimpica

Gli Assoluti invernali di nuoto a Riccione sono già un ricordo e la vasca romagnola ha riservato a Nicolò Martinenghi, Margherita Panziera, Gregorio Paltrinieri e Simona Quadarella la certezza di essere alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli standard assai impegnativi previsti dalla Federazione sono stati assorbiti dagli atleti e per loro quindi la via è spianata.

Tuttavia, il campionato nostrano è stato, per il livello medio, di altissimo profilo, confermando quello che si era già manifestato anche a livello internazionale nei recenti Europei in vasca corta a Glasgow (Gran Bretagna). La grande profondità messa in mostra al Tollcross Swimming Center si è riverberata nella manifestazione italiana, nonostante in tanti fossero un po’ in riserva. E’ il caso dei nuotatori dei 200 stile libero maschili. Nell’atto conclusivo sono stati, infatti, ben sei i rappresentanti del Bel Paese sotto l’1’48”. Una cosa che non si era mai vista, con Stefano Ballo (vittorioso in 1’47″22) e Mattia Zuin (terzo in 1’47″65) autori del personale.

Ecco che questo aspetto fa sorridere pensando alla 4×200 sl in prospettiva. Se, infatti, questi tempi sono emersi in una fase dell’anno cosi particolare, è ragionevole pensare che dal 17 al 21 marzo, nell’edizione 2020 degli Assoluti primaverili, ci sarà da divertirsi. Una staffetta, c’è da dire, che ai Mondiali seppe già sfiorare il podio, con frazioni da urlo da parte di tutti gli interpreti, e che ora rilancia la sfida per un podio olimpico che sarebbe un sogno. Non resta che attendere, sperando di contare su un Gabriele Detti in più, in grado di dare un grande contributo alla prova a squadre.

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Boxe femminile, Campionati Italiani 2019: definite le finali. Bonatti, Canfora, Carini e Amato per il titolo

Mondiale per Club calcio 2019: Al Hilal in semifinale, la squadra di Giovinco batte l’Esperance e sfiderà il Flamengo