Show Player

Valtteri Bottas F1, GP Brasile 2019: “Voglio vincere ancora, è stata la mia migliore stagione”



Siamo nel penultimo weekend del Mondiale 2019 di F1. Sul tracciato di Interlagos (Brasile) il finlandese Valtteri Bottas, reduce dalla vittoria ad Austin (Texas), vuol dar seguito al riscontro negli States, confermandosi degno del ruolo di vice campione del mondo. Il nordico, infatti, secondo alle spalle del team-mate Lewis Hamilton (sei volte iridato), è intenzionato a dimostrare il proprio valore sul circuito sudamericano, portando a cinque i propri successi stagionali con la W10.

Una pista su cui la potenza della Power Unit sarà importante, considerato che nel 70% del giro ci si troverà in modalità “full gas”. Un aspetto che in Mercedes dovranno tenere in debito conto: Far parte di questo team che sta battendo tutti i record, per me vuol dire molto. E’ stato bello contribuire ai successi della squadra. La mia migliore stagione? Sì, se guardo all’annata nel suo complesso, ma servono più regolarità e meno errori. Stiamo cominciando a vedere il lavoro fatto con gli ingegneri e su me stesso. Ho lavorato su molti miei punti deboli e questo è importante. Ho l’opportunità di vincere ancora in questa stagione e spero di sfruttare quest’onda positiva anche il prossimo anno. Ho sempre preferito parlare in pista e perdere energia in altre cose le disperderebbe per la guida. Ho un piano per il 2020, ma non lo condivido ora“.

Loading...
Loading...

Nel fine settimana brasiliano, inevitabile non pensare a ciò che sia stato Ayrton Senna, figura iconica di questo Paese del Circus: “Il tempo passa, ma il ricordo di Senna non s’indebolisce. la sua carriera abbia motivato molti giovani, me per esempio, ad essere migliori. Ha lasciato un segno indelebile“, le parole di Valtteri.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top