Sci alpino, Coppa del Mondo Lake Louise 2019: Carlo Janka davanti a tutti in prova, indietro gli azzurri

Dopo la cancellazione del test cronometrato di ieri, un po’ a sorpresa è stato Carlo Janka il più veloce nella prima prova della discesa maschile di Coppa del Mondo di Lake Louise.

Il 33enne svizzero del Canton Grigioni, che ha saltato quasi completamente la stagione olimpica 2017-2018 a causa di un grave infortunio al ginocchio e che ha sempre su di sé la spada di Damocle di cronici problemi alla schiena, si è lasciato alle spalle un bel po’ di austriaci: Matthias Mayer è secondo a 14 centesimi, Vincent Kriechmayr a 34, Max Franz quinto a 56 e Otmar Striedinger sesto a 58, in mezzo a loro lo statunitense Ryan Cochran-Siegle, sceso col pettorale numero 31 e quarto a 51 centesimi. Seguono, nell’ordine, settimo il francese Adrien Theaux a 70, ottavo il norvegese Aleksander Aamodt Kilde a 71, nono l’austriaco Romed Baumann a 77, decimo col numero 48 il francese Nicolas Raffort a 86, tutti gli altri sono sopra il secondo di distacco.

Tra quelli che rientrano alle gare dopo gravi infortuni, sessantunesimo a 3”02 il tedesco Thomas Dressen e settantesimo a 3”93 lo svizzero Marc Gisin, vittima di una caduta terribile sulle gobbe del cammello della Val Gardena lo scorso dicembre. Lontani molti dei favoriti, che evidentemente hanno studiato le condizioni della pista Men’s Olympic East Summit, tra questi il norvegese Kjetil Jansrud, ventiduesimo a 1”36, lo svizzero vincitore delle ultime due coppe di specialità Beat Feuz, quarantottesimo a 2”42, e Dominik Paris, cinquantaquattresimo a 2”62. Tutti fuori dai primi trenta gli azzurri: oltre a Paris, trentacinquesimo a 1”82 Emanuele Buzzi, trentanovesimo a 1”95 Mattia Casse, cinquantottesimo a 2”78 Peter Fill, un altro dei rientranti, settantaquattresimo a 4″18 Federico Simoni. Domani l’ultima prova cronometrata in vista della gara di sabato.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SULLO SCI ALPINO

massimiliano.valle@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Hockey ghiaccio, Alps League 2019-2020: vittorie per Renon, Fassa, Gherdeina e Vipiteno che supera Cortina nel derby

Biathlon, Coppa del Mondo Östersund 2019. Dorothea Wierer riuscirà a sfatare il tabù della sprint?