Rugby, Pro 14: Benetton Treviso-Edimburgo 18-16, i biancoverdi soffrono ma respingono gli scozzesi

Seconda vittoria per la Benetton nella Guinness Pro 14: i veneti si impongono 18-16 contro l’Edimburgo in una sfida durissima fino alla fine. Grande equilibrio sotto la pioggia di Treviso, con la Benetton e l’Edimburgo che si equivalgono per 80 minuti. Un paio di imprecisioni, e anche la sfortuna, permettono agli ospiti di marcare punti nel primo tempo, mentre Treviso manca più volte la chance per scappare via. Ma, alla fine, sono due piazzati sbagliati da van der Walt a condannare Edimburgo e a dare il secondo successo di fila a Treviso.

Bellissimo inizio della Benetton, sotto la pioggia battente di Monigo, che sfrutta un avanti scozzese su un pallone aereo per partire sul piede avanzante. Due sfondamenti di Seb Negri, poi pallone che va al largo dove Ratuva mostra tutte le sue qualità palla in mano. Dalla ruck c’è vantaggio per i biancoverdi, Allan calcia in area di meta dove arriva Jayden Hayward e meta Treviso dopo tre minuti di gioco. Ancora una fallo, questa volta fuorigioco di Braam Steyn, dopo un altro pallone perso aereo e Jaco van der Walt va sulla piazzola al 7′ e punteggio che va sul 7-3. Dopo un bel sfondamento di Brex arriva un’infrazione scozzese e questa volta è Tommaso Allan ad andare sulla piazzola e tre punti per Treviso. Poco dopo ancora un calcetto di Allan mette in difficoltà l’Edimburgo e Benetton che entra nei 22, ma c’è un fallo di Herbst in ruck e nulla di fatto. Lungo gioco tattico al piede, anche vista la pioggia, poi fiammata di Hayward che riporta i biancoverdi fin sui 5 metri scozzesi, ma Brex perde l’ovale e occasione sprecata. Al 18′ Treviso è sfortunata e distratta. Bel calcio del numero 15 biancoverde mette in difficoltà l’Edimburgo, ma la difesa permette un veloce contrattacco, poi su un calcetto colpisce la gamba di Ratuva e finisce tra le mani di Luke Crosbie che va in meta e pareggio.

Problemi in mischia per Treviso ed Edimburgo torna in attacco ed è Esposito a salvare annullando un pallone in area di meta. E’ cresciuta la squadra scozzese dopo la fortunosa meta segnata, ma difende benissimo la Benetton e ricaccia indietro gli ospiti. Ottima la pressione del XV di Crowley e mischia per i padroni di casa in attacco alla mezz’ora. Treviso che fatica a far uscire veloci i palloni dalla ruck, ma al 34′ placcaggio a Steyn senza palla da parte di Jamie Bhatti e cartellino giallo per il pilone della Scozia. Touche per Benetton, maul avanzante, fallo scozzese e nuova touche dopo che Ratuva non sfrutta il vantaggio e perde l’ovale. Ancora touche, ancora maul, ma questa volta Tomas Baravalle va fino in fondo e seconda meta per i biancoverdi che vanno sul 15-10. Poco dopo rischiano grosso i padroni di casa. Calcio al largo di van der Walt ed Eroni Sau ha la meglio su Allan, ma poi fa avanti sul placcaggio di Ratuva e meta evitata. Ma quando Treviso sta aspettando lo scadere per buttare fuori il pallone Steyn fa avanti e scozzesi che hanno la chance di marcare. Azione infinita, ben oltre il quarantesimo, con la Benetton che eregge un muro sulla linea di meta e dopo sei minuti d’assedio Edimburgo porta a casa solo un piazzato e si va al riposo sul 15-13.

Parte meglio l’Edimburgo a inizio ripresa, spinge sull’acceleratore e obbliga al 44′ al fallo la Benetton, con Jaco van der Walt che va sulla piazzola per il sorpasso scozzese. Prova subito una reazione la Benetton, azione molto confusa con Whitehouse che fatica a capire cosa fare, poi fallo dell’Edimburgo e Treviso può risalire il campo. Ma la Benetton perde la touche sui 10 metri e altra occasione persa. Tanti piccoli errori per i biancoverdi, ma che stanno condizionando la partita, sia sulle marcature scozzesi sia sulle chance sprecate in attacco dai padroni di casa. Ottimo gioco al piede di Duvenage al 56′ e Sau sbaglia clamorosamente e invece di farla uscire in touche la prende e regala una rimessa in attacco alla Benetton. Vantaggio per un placcaggio alto su Snyman, poi fischio di Whitehouse e Allan riporta a +2 la sua squadra.

Treviso che ruba una touche e può tornare in attacco, con anche un nuovo fallo scozzese a far risalire il campo ai padroni di casa. Fallosa la squadra di Edimburgo, ancora un’infrazione, ma Tommaso Allan sbaglia il calcio per allungare oltre il minibreak. Insiste nel dominio territoriale la Benetton, ma un fallo riporta avanti l’Edimburgo quando manca un quarto d’ora al termine. Ancora un fallo (troppi nella partita) e van der Walt può tornare sulla piazzola per il nuovo controsorpasso, ma il numero 10 sbaglia. Treviso distratta, Edimburgo che ne approfitta e si porta nei 22 biancoverdi, ma anche gli scozzesi sbagliano banalmente e Kinghorn commette fallo e nulla di fatto. Ancora un fallo, questa volta Pasquali che finisce in fuorigioco, ed Edimburgo che torna nella metà campo biancoverde. Tanta frenesia in un match apertissimo mentre passa il tempo, con Edimburgo che al 76′ conquista un fallo in mischia e van der Walt va per i pali da posizione non impossibile, ma sbaglia di nuovo. Ancora Edimburgo palla in mano, ma un avanti ferma il tentativo ospite.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Alfio Guarise – LPS

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Benetton Treviso Edimburgo Guinness Pro 14

ultimo aggiornamento: 02-11-2019


Lascia un commento

F1, Risultato FP3 GP Usa 2019: Verstappen e Vettel vicinissimi, Charles Leclerc fermo per un problema al motore!

Hockey prato, A1 2019-2020: risultati e classifica della settima giornata. Amsicora sempre sola in vetta