Pattinaggio artistico, Asian Trophy 2019: Daniel Grassl non si ferma più! Terza vittoria consecutiva per l’azzurro

Non si ferma più Daniel Grassl, vincitore dell’Asian Open 2019, ottava tappa del circuito ISU Challenger Series 2019-2020 di pattinaggio di figura andata in scena presso l’Ice Star Rink di Dongguann, in Cina.

Il pattinatore altoatesino ha approfittato della propria supremazia alzando l’asticella tecnica, tentando di aggiungere il terzo quadruplo nel programma libero, il flip, arrivato però in maniera fallosa. Malgrado l’errore l’allievo di Lorenzo Magri ha correttamente eseguito il quadruplo rittberger ricevendo la chiamata di filo d’entrata non pulito nel quadruplo lutz. Completando il triplo axel e le importanti combinazioni triplo rittberger/triplo toeloop e triplo lutz/euler/triplo flip l’azzurro ha guadagnato nettamente la vetta della classifica ottenendo 230.08, distanziando di tredici lunghezze lo statunitense Andrew Torgashev (217.54), secondo davanti al connazionale Ryan Dunk (199.03). Continua dunque il momento positivo del talento tesserato con la Young Goose Academy, giunto al terzo successo consecutivo dopo il trionfo nella tappa Junior Grand Prix di Egna (Bolzano) e il successo all‘Ice Star Arena di Minsk (Bielorussia).

In campo femminile ha conquistato il titolo per il secondo anno consecutivo la sucoreana Eunsoo Lim che, con un primo segmento pulito e un libero contrassegnato da qualche sbavatura, ha concluso la gara ricevendo una valutazione complessiva di 199.63 rifilando 20 punti alla compagna di squadra Hanul Kim, seconda con 177.92, e più di ventotto all’americana Gabriela Izzo, sul gradino più basso del podio con 169.75.

Nella danza tutto facile per Christina Carreira-Anthony Ponomarenko, primi con ampio margine con 191.78 davanti ai russi Ksenia Konkina-Pavel Drozd (secondi con 176.35) e ai georgiani Maria Kazakova-Georgy Reviya (terzi con 174.63), quest’ultimi prossimi finalisti, esattamente come Grassl, alle Finali Junior Grand Prix in programma a Torino dal 5 all’8 dicembre.

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Daniel GRASSL ITA 230.08 1 1
2 Andrew TORGASHEV USA 217.54 2 2
3 Ryan DUNK USA 199.03 4 3
4 Alexei BYCHENKO ISR 195.03 6 4
5 Sihyeong LEE KOR 191.18 3 6
6 Se Jong BYUN KOR 190.40 5 5
7 Younghyun CHA KOR 180.95 7 7
8 James MIN AUS 170.80 9 8
9 Chih-I TSAO TPE 165.25 8 9
10 Harrison Jon-Yen WONG HKG 147.99 11 10
11 Zhiming PENG CHN 140.83 14 11
12 Jordan DODDS AUS 139.81 12 12
13 Kwun Hung LEUNG HKG 138.30 13 13
14 Lap Kan YUEN HKG 127.93 10 14

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Eunsoo LIM KOR 197.63 1 1
2 Hanul KIM KOR 177.92 3 2
3 Gabriella IZZO USA 169.75 2 3
4 Kailani CRAINE AUS 154.69 5 4
5 Yi Christy LEUNG HKG 151.45 4 6
6 Siwon LEE KOR 142.73 9 5
7 Hiu Ching KWONG HKG 134.94 7 7
8 Yixuan ZHANG CHN 132.29 8 8
9 Cheuk Ka Kahlen CHEUNG HKG 125.24 6 10
10 Aiza MAMBEKOVA KAZ 120.18 10 9
11 Tasya PUTRI INA 92.71 11 11
12 Brooke TAMEPO NZL 89.23 13 12
13 Ashley COLLIVER AUS 87.95 12 13
14 Maral-Erdene GANSUKH MGL 77.13 15 14
15 Emma TANG TPE 72.61 16 15
16 Sze Chyi CHEW MAS 68.81 14 16

CLASSIFICA FINALE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Name Nation Points RD FD
1 Christina CARREIRA / Anthony PONOMARENKO USA 191.55 1 1
2 Ksenia KONKINA / Pavel DROZD RUS 176.38 2 3
3 Maria KAZAKOVA / Georgy REVIYA GEO 174.63 3 2
4 Jennifer URBAN / Benjamin STEFFAN GER 164.18 5 4
5 Shari KOCH / Christian NUECHTERN GER 159.27 4 5
6 Wanqi NING / Chao WANG CHN 152.92 6 7
7 Junfei REN / Alexey KARPUSHOV CHN 151.00 7 8
8 Justyna PLUTOWSKA / Jeremie FLEMIN POL 148.83 8 6
9 Misato KOMATSUBARA / Tim KOLETO JPN 142.09 9 9
10 Matilda FRIEND / William BADAOUI AUS 137.07 10 10
11 Ekaterina MIRONOVA / Evgenii USTENKO RUS 122.93 11 11

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Figure Skating (Junior Grand Prix Egna Event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Short Track, Coppa del Mondo Salt Lake City 2019: Valcepina comincia con una vittoria, Fontana sesta nei 1500m. Staffetta femminile in finale B

Sci freestyle, Coppa del Mondo Big Air 2019-2020: Hall e Grimaud vincono a Modena