Show Player

Pagelle Juventus-Milan 1-0, voti Serie A: Dybala entra e la risolve, Cristiano Ronaldo irriconoscibile



La Juventus ha sconfitto il Milan per 1-0 nel big match della dodicesima giornata di Serie A. A decidere la contesa è stato un gol di Paulo Dybala al 77′. Di seguito le pagelle di Juventus-Milan.

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON GLI HIGHLIGHTS E I GOL DELLA PARTITA

Loading...
Loading...

PAGELLE JUVENTUS-MILAN:

JUVENTUS:

SZCZESNY: 7. Protagonista assoluto nel primo tempo dove si rende protagonista di un clamoroso miracolo sul colpo di testa di Paquetà ma è stato bravissimo anche sul tiro alla distanza di Hernandez. Senza di lui la Juventus sarebbe finita sotto dopo i primi 45 minuti. Sempre attentissimo e puntuale anche nella ripresa, una garanzia.

ALEX SANDRO: 5. Manca totalmente la sua spinta sulla fascia, affonda raramente e il Milan va poco in sofferenza da quella parte del campo. Ci si aspettava molto di più.

DE LIGT: 5,5. Qualche incertezza di troppo sulle incursioni dei rossoneri, un passo indietro rispetto alle ultime uscite.

BONUCCI: 6,5. Solida presenza nel cuore della difesa anche se ha sofferto un po’ troppo nel primo tempo. Una boa imprescindibile nella ripresa, sempre al posto giusto nelle chiusure.

CUADRADO: 5. Vale praticamente quanto detto per Alex Sandro, è stato inserito da Sarri per cercare un po’ di verve ma non è riuscito a esprimersi ai suoi migliori livelli. Troppi errori in appoggio, non salta mai l’uomo.

MATUIDI: 5. Qualche inserimento e un buon tiro dalla distanza ma troppo poco in una serata sottotono per il centrocampista. Si infortuna al 70′ e viene sostituito da Rabiot.

(RABIOT): 6. Ultima parte dell’incontro, si immola sul tentativo di Leao nel finale.

PJANIC: 5,5. La Juventus ha sofferto tanto in fase di interdizione e i reparti sono a tratti sembrati slegati, il bosniaco ha in mano le chiavi del centrocampo ma fatica tanto a dirigere la squadra.

BENTANCUR: 5,5. Combina poco o nulla soffrendo a livello fisico e non dà mai quel qualcosa in più che ci si attende da lui.

BERNARDESCHI: 5,5. Ha alzato il livello della sua prestazione col passare dei minuti ma non è stato semplice bucare la difesa avversaria che si è ben schierata. Lascia il campo al 60′ per Douglas Costa.

(DOUGLAS COSTA): 6,5. Entra in maniera convincente, avvia l’azione decisiva e si conferma in grandissima forma dopo la magia in Champions League.

CRISTIANO RONALDO: 5. Il fuoriclasse dei Campioni d’Italia non riesce a ingranare, aveva già sofferto in Champions League e questa sera non è riuscito a mettersi in mostra tirando fuori una delle sue abituali azioni risolutrici: probabilmente uno dei peggiori match da quando è in bianconero. Esce al 55′ per Dybala, polemizza per la sostituzione e non si ferma in panchina.

(DYBALA): 8. Risolve la partita con una sua grande magia. Duetta benissimo con Higuain, riceve al limite dell’area di rigore e scaraventa un missile che vale il gol dell’1-0 e la vittoria.

HIGUAIN: 6,5. Il più propositivo là davanti, micidiale assist per Dybala che poi calcia di destro e trova la rete vincente. L’argentino ha giocato molto bene e si è fatto sentire contro la sua ex squadra.

MILAN:

DONNARUMMA: 6. Non può praticamente nulla sul tiro di Dybala, per il resto è stato quasi sempre inoperoso.

CONTI: 6,5. Bravissimo in spinta sulla fascia e in copertura, convince sul lungo periodo e concede pochissimi spazi agli avversari. Cala nel finale.

DUARTE: 6. Viene schierato titolare da Pioli e ripaga la fiducia con una prestazione di tanta sostanza, piace per la buona presenza in campo e per la personalità con cui gioca.

ROMAGNOLI: 5,5. Quadratissimo nel cuore della difesa che dirige brillantemente e con grande disinvoltura, poi però si lascia scappare Dybala nell’occasione del gol.

HERNANDEZ: 6,5. Mette in difficoltà Szczesny con un tiro dalla lunga distanza, spinge tanto sulla fascia e merita un’ampia sufficienza per il rendimento offerto nell’arco dell’intera partita.

PAQUETÀ: 6,5. Va vicinissimo al gol del vantaggio nel primo tempo costringendo Szczesny a un vero e proprio miracolo, convince nel cuore del centrocampo con dei buoni inserimenti. Esce all’85esimo minuto per Rebic.

(REBIC): S.V.

BENNACER: 7. Prova di ottima sostanza a centrocampo, un riferimento positivo per il Milan e un ottimo appoggio per i compagni in quella zona del campo. Piace tantissimo per gli inserimenti e per come serve i compagni. Una regia che ha assolutamente convinto.

KRUNIC: 6. Fa sentire tutto il suo fisico a centrocampo e la Juventus fatica a passare e ad alzare il baricentro anche per merito suo. Esce al 60′ per Bonaventura.

(BONAVENTURA): 6. Buona ultima mezzora in campo anche se non ha tante occasioni per dire la sua.

SUSO: 6. Tanto carattere e aggressività là davanti, non si tira mai indietro, tiene alto il pallone e dice la sua con grande incisività anche se non ha la chiara occasione.

PIATEK: 6. Spedisce a lato un facile colpo di testa in area piccola ma il polacco è comunque propositivo in attacco e merita la sufficienza per come ha saputo rendersi pericoloso. Esce al 67′ per Leao.

(LEAO): 6. Si fa vedere nel finale ma trova Rabiot a fermarlo.

CALHANOGLU: 6. Lavora bene in attacco, costruisce tanto e merita una piena sufficienza per come ha interpretato la partita.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top