Show Player

Nuoto, Trofeo della Velocità 2019: Giovanni Izzo vola a Glasgow con un tempo super nei 100 misti



Finalmente, ci verrebbe da dire, nell’ultima occasione utile per centrare il pass per i Campionati Europei in vasca corta di Glasgow, il classe 1998 Giovanni Izzo ha trovato a Parma, nel Trofeo della Velocità, il tempo utile nei 100 misti, con il crono di 52.82, aumentando di un’altra unità il gruppo della nazionale azzurra e, in particolare, quello della velocità maschile.

Il bolognese, ex-campione europeo juniores e medaglia di bronzo con la 4×100 Stile Libero alle Universiadi di Napoli, trova la sua prima convocazione a livello individuale in nazionale maggiore. 

Intenso e travagliato il cammino di Giovanni che, dopo esser stato ritenuto da molti il futuro dell’Italia nei 100 stile libero per il post-Magnini, si è visto superare a livello cronometrico dall’astro nascente di Alessandro Miressi ed è stato risucchiato nel gruppo di quei velocisti azzurri di altissimo livello che però, causa una concorrenza stellare a livello nazionale, non riescono a trovare spazio nella 4×100 stile libero italiana.

Il 21-enne, tesserato con l’Imolanuoto, ha deciso quindi di provare un’esperienza diversa nel college della North Carolina State University, in cui, come ha raccontato in una bellissima intervista alla Gazzetta Dello Sport, è riuscito a ritrovare gli stimoli giusti, grazie alla presenza in allenamento di fenomeni quali Ryan Held e Cullen Jones e ad uno stile di vita molto differente che gli ha permesso di migliorare sia dal punto di vista sportivo, che da quello extra-natatorio.

Loading...
Loading...

Una volta tornato in Italia, Izzo, da sempre velocista “atipico” per il suo fisico così diverso da quello dei suoi avversari, ha saputo trovare, grazie ad una preparazione più incentrata sulla preparazione di tutti e quattro gli stili e all’allenamento nelle vasche da 25 Yard americane che gli ha permesso un notevole miglioramento nelle fasi di virata e subacquea, un crono fantastico nella nuova distanza, omologata ovviamente solo per la vasca corta, dei 100 misti e un meritatissimo pass per la rassegna continentale di Dicembre.

La Nazionale azzurra aggiunge quindi un altro tassello nel suo ampio scacchiere, in una gara in continua evoluzione dove può permettersi già di schierare l’argento mondiale in carica Marco Orsi, e si candida ancor di più a rivestire un ruolo da assoluta protagonista ai prossimi Campionati Europei di Glasgow.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Instagram

Loading...

Lascia un commento

scroll to top