Show Player

Basket, Serie A 2019-2020, 9a giornata: Sassari è inarrestabile in casa, batte Reggio Emilia e raggiunge Brindisi al secondo posto



Vittoria larga, netta e incontestabile del Banco di Sardegna Sassari nell’anticipo della nona giornata di Serie A. La squadra di Gianmarco Pozzecco batte la Grissin Bon Reggio Emilia per 100-81 e si porta al secondo posto in classifica, agganciando Brindisi, che non può replicare in quanto questa settimana riposa. Per la formazione di casa sei uomini in doppia cifra: Dwayne Evans (20 punti), Dyshawn Pierre (19), Miro Bilan (17), Michele Vitali (14), Curtis Jerrells e Jamel McLean (13). Per gli uomini di Maurizio Buscaglia, invece, non bastano i 20 di un gagliardo Peppe Poeta, i 15 di Reggie Upshaw, i 13 di Darius Johnson-Odom e gli 11 di Simone Fontecchio.

L’inizio del match indica semplicemente una cosa: è difficile fermare gli attacchi, che funzionano molto bene su entrambi i fronti. La tripla del 6-10 di Candi obbliga Pozzecco al time out, che per un po’ sembra non servire a molto, visto che Fontecchio piazza un paio di triple che tengono Reggio Emilia avanti con un leggero margine. La musica cambia nel finale di primo quarto: sul 19-22 Pierre, McLean (con un numero da circo) ed Evans spingono il Banco sul 26-22, poi Pierre e la penetrazione di Jerrells spingono i padroni di casa sul 30-26 dopo 10 minuti.

Il momento decisivo dell’incontro arriva nel secondo quarto: Evans e McLean iniziano a creare un’atmosfera da show al PalaSerradimigni, con un parziale che, dal 32-28, è di 10-0, impreziosito anche dalla tripla con fallo di Vitali. Bilan inizia a martellare sotto canestro, dove se non segna subisce fallo (con le conseguenti gite in lunetta) e se non subisce fallo è libero di sfogare tutta la propria capacità tecnica. Sassari scappa fino al 51-35, poi Reggio Emilia trova un parziale di 0-7, con un paio di distrazioni dei padroni di casa, e risale sul 51-42 all’intervallo.

La Dinamo riparte con un parziale di 9-0, con Bilan ancora in evidenza ed Evans a supportarlo da par suo: in un lampo si arriva al 65-44, prima che Fontecchio e Poeta tentino di scuotere la formazione di Buscaglia, che in ogni caso viaggia per larghi tratti tra le 15 e le 20 lunghezze di ritardo. Un altro breve momento di impasse dei padroni di casa, coincidente con lo 0-7 di Fontecchio, Pardon e un buon Upshaw, viene risolto alla sua maniera da Jerrells: a 10 minuti dal termine è 77-58.

Loading...
Loading...

Sebbene appaia scontato, l’ultimo quarto è invece un po’ lontano da questo genere di situazione, poiché in qualche modo, e con un grande Poeta che non molla davvero mai, Reggio Emilia si tiene in vita per lungo tempo contro qualsiasi cosa: i numeri di McLean, i canestri di Gentile, di Jerrells e di Evans. Sull’86-74 a 3′ dal termine, però, il Banco decide che non è il caso di lasciare nell’indecisione il suo pubblico: arriva un ultimo, rapido assolo sottolineato da una tripla e una schiacciata di Pierre e da un numero di Jerrells. Finisce 100-81, con Johnson-Odom che, dopo aver già sbagliato nel secondo quarto una schiacciata rimanendo appeso al ferro per cercare di servire Pardon (canestro annullato), ci riprova sulla sirena: altro errore, in un genere di situazione che piacerebbe molto alla produzione di Shaqtin’ a Fool.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-GRISSIN BON REGGIO EMILIA 100-81 (30-26, 51-42, 75-58)

SASSARI – Spissu 2, McLean 13, Bilan 17, Bucarelli, Devecchi ne, Evans 20, Magro ne, Pierre 19, Gentile 2, Vitali 14, Jerrells 13. All. Pozzecco

REGGIO EMILIA – Johnson-Odom 13, Fontecchio 11, Pardon 8, Candi 3, Poeta 20, Vojvoda, Infante 3, Owens 8, Upshaw 15, Cipolla, Diouf ne, Mekel ne. All. Buscaglia

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top