Show Player

Ciclismo, tutti i dilettanti e U23 italiani che passeranno professionisti nel 2020. Spiccano Battistella e Dainese



Tanti, anzi tantissimi, sono i corridori italiani che nel 2020 faranno il salto dalla categoria Elite-U23 a quella dei professionisti. Spiccano, ovviamente, il campione del mondo U23 Samuele Battistella, corridore da classiche collinari che si difende anche sulle salite lunghe, il quale passerà con il Team NTT, e il vincitore dei Campionati Europei Alberto Dainese, poderoso sprinter fisicamente molto simile a Mark Cavendish, il quale si è accasato al Team Sunweb.

Oltre a loro due, gareggeranno nel World Tour anche Attilio Viviani, vincitore dell’ultima Schaal Sels, il quale seguirà il fratello Elia alla Cofidis, Andrea Bagioli, re del Piccolo Giro di Lombardia, del Trofeo Città di San Vendemiano e della Ronde de l’Isard, da mesi promesso sposo della Deceuninck-Quick Step, Stefano Oldani, 23 top-10 nel 2019, che si è accasato alla Lotto-Soudal, Alexander Konychev, trionfatore dell’Etoile d’Or nell’anno della sua introduzione nella Coppa delle Nazioni, fresco di firma con la Mitchelton-Scott, Matteo Sobrero, conquistatore del Palio del Recioto, che segue Battistella alla NTT e il 4° classificato (primo degli italiani) all’ultimo Giro U23 Alessandro Covi, che andrà alla UAE con cui si era accordato già da tempo.

Loading...
Loading...

Tre neo professionisti azzurri, tra le Professional, per l’Androni. Alla corte di Gianni Savio arriveranno Simone Ravanelli, vincitore del Giro del Veneto e del Giro del Medio Brenta, e la coppia del Cycling Team Friuli composta dallo sprinter Nicola Venchiarutti, nel 2019 conquistatore di una tappa al Giro U23, de La Popolarissima e del GP Ruota d’Oro, e dall’attaccante Mattia Bais, già messosi in luce con la maglia del sodalizio piemontese durante il periodo da stagista.

Ben cinque, invece, i neopro italiani che militeranno nella Bardiani. Spicca la coppia ormai ex Sangemini-Trevigiani composta da Filippo Zana e Fabio Mazzucco. Il primo ha vinto a Capodarco e si è piazzato nei 10 al Giro U23. Il secondo, invece, è stato trionfatore della tappa degli sterrati della Corsa Rosa riservata alla categoria antecedente al professionismo e si è aggiudicato anche il prestigioso GP di Poggiana. Oltre a loro due, ci sono anche Nicolas Dalla Valle, sprinter e specialista dei prologhi, Filippo Fiorelli, vincitore del Giro dell’Albania, e lo scalatore Alessandro Monaco, in top-10 all’ultima Corsa della Pace U23.

Altri elite-U23 italiani che passeranno professionisti sono Cristian Scaroni, puncheur ex Groupama-FDJ continental, che sbarcherà in Gazprom, Mattia Bevilacqua e Alessandro Iacchi, promessi sposi della Neri-Selle Italia-KTM, e Luca Mozzato, il quale viene dato ormai in procinto di firmare con la Vita Concept. Ci sono, inoltre, quei corridori che dovrebbero militare nella neonata professional ungherese Epowers Factory Team, vale a dire: Gregorio Ferri, uomo veloce che tiene su salite brevi, Paolo Baccio, buon cronoman e finisseur, Andrea Cacciotti, corridore da gare in linea impegnative, e, poi, ancora, Michele Corradini, Filippo Magli, Filippo Rocchetti, Jalel Duranti, Manuel Allori e Andrea Toniatti.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

luca.saugo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter FCI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top