Pattinaggio di figura, Nebelhorn Trophy 2019:  Laurence Fournier Beaudry-Nikolaj Sorensen prendono quota nella danza, nel femminile Mariah Bell supera Yelim Kim

L’Eislaufzentrum di Oberstdorf (Germania) è stato teatro questa settimana del Neblhorn Trophy 2019, storica competizione internazionale di pattinaggio artistico inserita, dalla stagione 2014-2015, nel circuito di seconda fascia ISU Challenger Series.

Malgrado parecchie defezioni di rilievo non sono mancate sorprese e spunti d’interesse, soprattutto nella specialità della danza, dove i canadesi Laurence Fournier Beaudry-Nikolaj Sorensen, già in auge al Lombardia Trophy, hanno conquistato agilmente il gradino più alto del podio. I danzatori allenati dal magico trio Dubreuil/Lauzon/Haguenauer sono risultati i migliori in entrambi i segmenti registrando punteggi molto importanti, nello specifico 81.16 nella rhythm dance e 119.84 nel libero, raggiungendo l’importante soglia dei 200 punti (201.00) nel totale. Un risultato importante per la coppia canadese, intenzionata a vivere gli eventi più importanti della stagione da protagonista.

A piazzarsi al posto d’onore sono stati gli statunitensi Kaitlin Hawayek-Jean Luc Baker, bravi a rimontare dalla quarta posizione raccogliendo 192.47 staccando di due lunghezze i compagni di squadra Christina Caerreira-Anthony Ponomarenko, terzi con 190.35. Da segnalare inoltre due coppie in grande crescita: i britannici Lilah Fear-Lewis Gibson, quarti con 188.25, e gli spagnoli Olivia Smart-Adrian Diaz, i quali sono scivolati in quinta posizione con 187.55 dopo la terza piazza del segmento breve a causa sopratutto di un problema nella sequenza di twizzles.

Nel singolo femminile vittoria netta per Mariah Bell, migliore del lotto con 205.13 punti davanti alla sudcoreana Yelim Kim (seconda con 186.27) e alla tedesca Nicole Schott (177.76). In campo maschile rimonta incredibile del russo Makar Ignatov, primo classificato dopo la settima posizione dello short grazie a una performance di alto livello impreziosita da due salti quadrupli, salcow e toeloop, e da due combinazioni importanti come triplo flip/triplo toeloop e triplo lutz/triplo toeloop con cui ha guadagnato il totale di 220.51, quattro punti in più del nipponico Koshiro Shimada, secondo di misura con 214.98 rispetto all’israeliano Alexei Bychenko, sul gradino più basso del podio con 214.70. Ha rispettato infine le previsioni della vigilia la gara delle coppie d’artistico con la prima posizione dei canadesi Kirsten Moore Towers-Micheal Marinaro (210.35), la seconda di Alexa Scimeca Knierim-Chris Knierim (202.41) e la terza dei nordcoreani Tae Ok Ryom-Ju Sik Kim (183.02).

Il prossimo appuntamento con le ISU Challenger Series è fissato per  venerdì 11 ottobre, giorno di inizio del Finlandia Trophy 2019, di scena fino a domenica 13 nella città di Espoo.

CLASSIFICA FINALE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Name Nation Points RD FD
1 Laurence FOURNIER BEAUDRY / Nikolaj SORENSEN CAN 201.00 1 1
2 Kaitlin HAWAYEK / Jean-Luc BAKER USA 192.47 4 2
3 Christina CARREIRA / Anthony PONOMARENKO USA 190.35 2 4
4 Lilah FEAR / Lewis GIBSON GBR 188.25 6 3
5 Olivia SMART / Adrian DIAZ ESP 187.55 3 5
6 Shiyue WANG / Xinyu LIU CHN 184.72 5 6
7 Allison REED / Saulius AMBRULEVICIUS LTU 180.13 7 7
8 Jennifer URBAN / Benjamin STEFFAN GER 165.61 9 8
9 Yura MIN / Daniel EATON KOR 163.42 10 9
10 Shari KOCH / Christian NUECHTERN GER 162.31 8 10
11 Haley SALES / Nikolas WAMSTEEKER CAN 157.59 11 11
12 Darya POPOVA / Volodymyr BYELIKOV UKR 134.72 12 12
13 Leia DOZZI / Michael Albert VALDEZ HUN 124.99 14 13
14 Amanda PETERSON / Maximilian PFISTERER GER 122.45 13 14
15 India NETTE / Eron WESTWOOD AUS 95.41 15 15

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Mariah BELL USA 205.13 1 1
2 Yelim KIM KOR 186.27 2 2
3 Nicole SCHOTT GER 177.76 3 6
4 Alexandra FEIGIN BUL 177.37 4 3
5 Marin HONDA JPN 174.01 6 5
6 Eva Lotta KIIBUS EST 166.10 10 4
7 Dabin CHOI KOR 157.18 8 7
8 Anita OSTLUND SWE 150.81 5 10
9 Stefanie PESENDORFER AUT 146.66 12 8
10 Ann-Christin MAROLD GER 140.79 9 13
11 Tanja ODERMATT SUI 139.87 13 9
12 Alisson Krystle PERTICHETO PHI 135.93 11 14
13 Matilda ALGOTSSON SWE 134.02 17 11
14 Taylor MORRIS ISR 133.56 7 18
15 Julia LANG HUN 132.57 18 12
16 Anastasia GOZHVA UKR 127.80 16 15
17 Klara STEPANOVA CZE 126.68 14 17
18 Sinem KUYUCU TUR 122.64 20 16
19 Lutricia BOCK GER 120.01 15 22
20 Alina IUSHCHENKOVA ISR 120.00 19 19
21 Lara ROTH AUT 113.45 21 20
22 Alina SOUPIAN ISR 112.36 22 21

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Makar IGNATOV RUS 220.51 7 1
2 Koshiro SHIMADA JPN 214.98 1 4
3 Alexei BYCHENKO ISR 214.70 2 3
4 Nam NGUYEN CAN 209.84 9 2
5 Daniel SAMOHIN ISR 205.11 3 5
6 Julian Zhi Jie YEE MAS 193.55 4 8
7 Christopher CALUZA PHI 191.89 6 7
8 Nikolaj MAJOROV SWE 186.36 12 6
9 Burak DEMIRBOGA TUR 185.52 5 9
10 Maurizio ZANDRON AUT 180.63 8 10
11 Thomas STOLL GER 172.64 11 11
12 Nurullah SAHAKA SUI 170.99 10 12
13 Jonathan HESS GER 156.59 15 13
14 Samuel MCALLISTER IRL 152.72 14 14
15 Conor STAKELUM IRL 146.78 13 15
16 Yamato ROWE PHI 134.72 16 17
17 Meng Ju LEE TPE 122.44 17 18
18 Matthew SAMUELS RSA 120.04 18 16

CLASSIFICA FINALE COPPIE D’ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Kirsten MOORE-TOWERS / Michael MARINARO CAN 210.35 1 1
2 Alexa SCIMECA KNIERIM / Chris KNIERIM USA 202.41 2 2
3 Tae Ok RYOM / Ju Sik KIM PRK 183.02 4 5
4 Feiyao TANG / Yongchao YANG CHN 182.76 5 4
5 Minerva Fabienne HASE / Nolan SEEGERT GER 182.30 3 6
6 Haven DENNEY / Brandon FRAZIER USA 181.70 6 3
7 Alisa EFIMOVA / Alexander KOROVIN RUS 171.46 8 7
8 Miriam ZIEGLER / Severin KIEFER AUT 163.45 9 8
9 Ekaterina ALEXANDROVSKAYA / Harley WINDSOR AUS 157.91 7 9
10 Anna VERNIKOV / Evgeni KRASNOPOLSKI ISR 139.90 10 10
11 Liubov EFIMENKO / Dmitry EPSTEIN NED 111.29 11 11

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix (2018 event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, ranking mondiale aggiornato (29 settembre): crollano Irlanda e Fiji, Argentina in top 10

Ciclismo, Mondiali 2019: pioggia e freddo hanno reso durissimo un percorso non irresistibile. Italia la migliore ad interpretarlo