Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Riga 2019: Haein Lee conquista il primo posto nel singolo femminile, seconda Usacheva

Si è conclusa con un vero e proprio colpo di scena la seconda giornata della terza tappa del circuito ISU Junior Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico, in fase di svolgimento questa settimana presso la Volvo Sports Centre Arena di Riga, Lettonia.

Dopo una gara combattuta a trionfare nel singolo femminile è stata infatti la pattinatrice sudcoreana Haein Lee. L’atleta nativa di Daejeon allenata da Hyun Jung Chi si è resa protagonista di un programma delizioso, in cui ha brillato per la qualità e la pulizia degli elementi presentati; nello specifico hanno convinto particolarmente salti come le combinazioni triplo lutz/triplo toeloop, doppio axel/triplo toeloop e triplo lutz/doppio toeloop/doppio rittberger oltre che i pregevoli tripli singoli come rittberger, lutz e flip. Con una buona consistenza nelle trottole, tutte chiamate di livello 4, e soprattutto con un ottimo riscontro sulle componenti del programma Lee ha polverizzato il suo primato personale raccogliendo nel segmento 130.70 (70.13, 60.57) chiudendo la gara con il totale di 197.63.

La sudcoreana, grazie alla performance priva di errori di rilievo, ha di fatto approfittato dei passaggi a vuoto delle quotate russe: Daria Usacheva, al comando dopo lo short, ha perso una posizione piazzandosi al posto d’onore per via di due sbavature sanguinose, nello specifico cadendo nel triplo salchow (sottoruotato) in catena con il triplo lutz (chiamato not clear edge) e atterrando in modo problematico nel triplo toeloop combinato con il triplo flip. A causa di queste imprecisioni il talento di Eteri Tutberidize si è fermato a 125.63 (64.59, 61.77) per 194.40 punti totali.

Ancora qualche problema nel libero per Maiia Khromykh, scivolata in quarta posizione con 121.80 (62.75, 60.05) per 193.03 dopo essere stata autrice, anche in questa occasione dopo l’appuntamento francese, di alcuni elementi fallosi come la caduta nel triplo lutz iniziale e l’arrivo completamente errato dal triplo rittberger. A beneficiare delle défaillance di quest’ultima ci ha pensato la nipponica Rino Matsuike, piazzatasi sul gradino più basso del podio con il punteggio di 126.62 (67.26, 59,36, secondo libero) totalizzando 193.03.

La giornata si è aperta infine con la rhythm dance della danza sul ghiaccio che ha visto portarsi al comando Elizaveta Khudaiberdieva-Andrey Filatov, migliori del lotto in entrambi i punteggi e autori di un notevole segmento contrassegnato da un buon pattern di tea time foxtrot (livello 4-2) oltre che da una convincente sequenza di twizzles (livello 4) e da un bel sollevamento straight. Raccogliendo livello 2 nella serie di passi sulla midline i danzatori allenati da Denis Samokhin e Maria Borovikova hanno quindi chiuso il programma con 65.13 (35.18, 29.13) posizionandosi a circa due punti dai georgiani Maria Kazakova-Georgy Reviya, al momento in seconda posizione con 63.25 (34.36, 28.89) dopo una buona prova macchiata da un’incertezza nel seconda sezione di TeaTime, nel cui c’è stato un problema legato al tempo. Al terzo posto si sono invece piazzati i canadesi Natalie D’Alessandro-Bruce Waddel con un vantaggio cortissimo di 61.68 (33.43, 28.25) rispetto ai russi Sofya Tyutyunina-Alexander Shustitskiy, vicini in quarta posizione con 60.82 (32.19, 26.63).

CLASSIFICA FINALE JUNIOR INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Haein LEE
KOR
197.63 3 1
2 Daria USACHEVA
RUS
194.40 1 3
3 Rino MATSUIKE
JPN
193.03 4 2
4 Maiia KHROMYKH
RUS
190.73 2 4
5 Ekaterina KURAKOVA
POL
175.97 6 5
6 Niina PETROKINA
EST
166.83 11 6
7 Maria LEVUSHKINA
BUL
161.26 9 7
8 Rion SUMIYOSHI
JPN
161.06 8 8
9 Gabriella IZZO
USA
160.94 5 9
10 Isabelle INTHISONE
USA
156.03 10 10
11 Kaiya RUITER
CAN
151.13 12 11
12 Anastasiia ARKHIPOVA
UKR
140.54 7 16
13 Vera STOLT
FIN
139.07 13 14
14 Jogaile AGLINSKYTE
LTU
133.83 18 12
15 Regina SCHERMANN
HUN
133.50 14 18
16 Anete LACE
LAT
131.57 15 15
17 Olga MIKUTINA
AUT
130.42 21 13
18 Oceane PIEGAD
FRA
126.77 17 19
19 Beverly WOODEN
AZE
124.15 22 17
20 Emelie NORDQVIST
SWE
123.28 20 20
21 Alana TOKTAROVA
KAZ
118.48 23 21
22 Arina SOMOVA
LAT
114.47 19 24
23 Lenne van GORP
NED
113.70 24 22
24 Ivetta BERKOVICH
ISR
110.94 25 23
25 Jocelyn HONG
NZL
105.57 16 30
26 Gian-Quen ISAACS
RSA
104.01 26 26
27 Mia Caroline RISA GOMEZ
NOR
96.37 30 28
28 Anastasija KONGA
LAT
95.66 33 27
29 Elodie EUDINE
GER
95.53 27 29
30 Catharina Victoria PETERSEN
DEN
95.07 34 25
31 Tsin Nam Nicole CHAN
HKG
92.11 28 31
32 Genevieve SOMERVILLE
GBR
90.35 31 32
33 Darya SVOBODINA
UZB
86.56 29 33
34 Ekaterina LUNEVA
CYP
79.91 32 35
35 Elizabeth GOLDING
IRL
71.46 36 34
36 Elisavet VOULGARI
GRE
65.55 35 36

CLASSIFICA FINALE RHYTHM DANCE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Name Nation Points RD FD
1 Elizaveta KHUDAIBERDIEVA / Andrey FILATOV
RUS
65.13 1
2 Maria KAZAKOVA / Georgy REVIYA
GEO
63.25 2
3 Natalie D’ALESSANDRO / Bruce WADDELL
CAN
61.68 3
4 Sofya TYUTYUNINA / Alexander SHUSTITSKIY
RUS
60.82 4
5 Marie DUPAYAGE / Thomas NABAIS
FRA
53.98 5
6 Molly CESANEK / Yehor YEHOROV
USA
53.79 6
7 Mariia NOSOVITSKAYA / Mikhail NOSOVITSKIY
ISR
52.38 7
8 Maria GOLUBTSOVA / Kirill BELOBROV
UKR
51.52 8
9 Anne-Marie WOLF / Max LIEBERS
GER
49.85 9
10 Isabel McQUILKIN / Jacob PORTZ
CAN
46.70 10
11 Angelina KUDRYAVTSEVA / Ilia KARANKEVICH
CYP
45.82 11
12 Erin GILLIES / Joshua TARRY
GBR
42.93 12
13 Katica KEDVES / Fedor SHARONOV
HUN
42.23 13
14 Elisabeta KORINKOVA / Tomas MORAVEC
CZE
42.00 14
15 Darja NETJAGA / Marko Jevgeni GAIDAJENKO
EST
41.94 15
16 Arina PAVLISHCHUK / Alexandr KUROPATKA
UZB
37.89 16
17 Jeongeun JEON / Sungmin CHOI
KOR
34.22 17
18 Martina ROSSI / Adriano ROSSI
ESP
33.99 18
19 Elvira NIKOLOVA / Dane Francis AYERS
BUL
31.43 19

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix (Riga Event)

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino: la Nazionale femminile al completo in raduno in Argentina

Biathlon, campionati italiani estivi 2019: Lukas Hofer e Lisa Vittozzi prevalgono nelle sprint in Val Martello